Agrigento. “Cavi elettrici e telefonici penzolanti nel centro storico”

|




L’Associazione “Italia Nostra” chiede l’intervento dell’Amministrazione comunale 

“Cavi elettrici e telefonici “sospesi”, in via Atenea e nelle rimanenti strade del centro storico di Agrigento fanno mostra di sé, penzolando dalle facciate o passando disinvoltamente, del tutto visibili, da un edificio a un altro. I suddetti cavi sono sicuramente di varie tipologie e destinati a finalità diverse; alcuni saranno vetusti e ormai in disuso, altri tuttora attivi; certamente sono riconducibili a differenti gestori. Si tratta di una situazione indecorosa che danneggia l’immagine del nostro centro storico e che va risolta una volta per tutte”.

E’ quanto chiede la Presidente della sezione di Agrigento dell’Associazione Italia Nostra, Adele Margherita Falcetta, in una lettera inviata al sindaco di Agrigento, agli assessori ai Beni Culturali e al Centro storico, al Soprintendente ai Beni Culturali.

“Chiediamo che, in tempi brevi – scrive la Presidente di Italia Nostra – vengano contattate tutte le società interessate alla posa e all’utilizzo dei suddetti cavi; che, insieme a tecnici delle stesse, vengano programmati ed effettuati accurati sopralluoghi per inventariare i cavi presenti e per distinguere quelli in disuso da quelli tuttora attivi; che vengano individuate le modalità più opportune per rimuovere i primi e nascondere i secondi. Si tratta certamente di un programma impegnativo, ma realizzabile gradualmente”.

 

 

 

 

 

Altri articoli della stessa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *