Nicolò Maniscalco ha conquistato tutti, anche la Cuccarini

|




Il giovane cantautore agrigentino vincitore, questa settimana, della rubrica “Mi piace” del programma radiofonico di Rai Radio Uno “Citofonare Cuccarini”

Nicolò con la Cuccarini Il cantautore Nicolò Maniscalco, 25 anni, è stato ospite giovedì scorso del programma di Rai Radio Uno “Citofonare Cuccarini”, condotto da Lorella Cuccarini. Il giovane è risultato vincitore, questa settimana, della rubrica “Mi piace”, talent radiofonico per aspiranti musicisti, cantanti, attori, imitatori e dj. Il brano “Nei miei ricordi” è stato pubblicato, con un bel video, sulla pagina facebook del programma radiofonico per sette giorni, in lizza con altri concorrenti. La vittoria gli dà ora l’accesso ad una nuova selezione tra tutti i vincitori delle diverse puntate: il nome del primo assoluto si conoscerà in primavera. Il cantante e musicista è stato accolto da Lorella Cuccarini negli studi della Rai per un’intervista in diretta. Ad anticipare la sua presentazione è stato proprio il brano vincente. La conduttrice ha presentato Nicolò Maniscalco domandandogli del viaggio in treno da Agrigento alla Capitale.

“È stato un viaggio terribile, non lo rifarò mai più” ha ammesso con naturalezza. La conduttrice gli ha chiesto che cosa pensino i suoi genitori della sua carriera artistica: “Ormai si sono rassegnati – ha risposto Nicolò -; hanno capito che è quel che voglio fare nella vita. Ho cominciato a 12 anni, studiando pianoforte, poi mi sono innamorato di una chitarra, fino a che è diventata la mia passione”. Lorella Cuccarini lo ha incitato a raccontare un aneddoto di questa sua passione irrefrenabile e capace di trascinare il pubblico. Nicolò ha riferito l’episodio di un concerto in un paese, durante il quale si era verificato un black out, ma il pubblico, ormai in delirio, lo aveva incitato a continuare comunque, al buio e senza amplificazione. “Sono cresciuto con i classici del rock. Ho amato artisti stranieri, come Ben Harper, e italiani, come De Andrè, De Gregori, Guccini”. Lorella Cuccarini ha accennato alla bellezza di Agrigento e della Valle dei Templi, “uno dei luoghi più suggestivi al mondo”. Ha quindi chiesto che cos’altro si può fare di bello ad Agrigento. Nicolò non ha avuto esitazioni, parlando della Scala dei Turchi e del mare: “È il luogo che mi ispira di più, dove mi ritrovo spesso a scrivere, a pensare”. Sui progetti futuri ha affermato: “Ho concluso, in modo quasi terapeutico, un progetto che ha riguardato una fase difficile della mia vita, ma adesso sto lavorando ad un disco nuovo. Ho deciso di voltare pagina e sto preparandomi ad una serie di live”.

Anna Maria Scicolone

Altri articoli della stessa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *