Firetto: “Le aziende ittiche saccensi rischiano di essere messe sul lastrico”

|




Il deputato all’ARS chiede l’immediato intervento della Regione.

Lillo FirettoIl deputato all’ARS Lillo Firetto chiede, in una interrogazione, che la Regione Siciliana intervenga con urgenza presso il Ministero delle Politiche agricole relativamente alle difficoltà provocate alla marineria di Sciacca dal Piano di gestione locale della pesca del compartimento di Mazara del Vallo.

 

 Firetto sollecita la modifica delle misure tecniche del Piano in questione, che, a quanto pare, crea non pochi problemi alla marineria della Città delle Terme, al fine di consentire a quest’ultima di potere praticare nel periodo invernale la pesca a strascico, anziché entro sei miglia, almeno entro le quattro miglia, nell’area marina tra Selinunte e Capo Granitola.

“Si tratta – dichiara il deputato dell’Udc e sindaco di Porto Empedocle – di un Piano di gestione che mette in ginocchio la marineria di Sciacca e in particolare le 100 imbarcazioni che praticano la pesca a strascico obbligandole al fermo per lunghi periodi, soprattutto nella stagione invernale oltre che in quella estiva. Il persistere di tale condizione – conclude Lillo Firetto – metterà sul lastrico la stragrande maggioranza delle aziende ittiche saccensi!”.

Altri articoli della stessa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *