Da Oxford a Racalmuto per Sciascia

|




Professionisti e intellettuali inglesi alla scoperta dei luoghi cari allo scrittore.

Il gruppo alla Fondazione Sciascia

Il gruppo alla Fondazione Sciascia

Professionisti e intellettuali inglesi alla scoperta dei luoghi di Leonardo Sciascia. La Fondazione dedicata allo scrittore, l’aula scolastica degli anni Cinquanta, il teatro comunale e la statua dedicata all’autore de “il giorno della civetta” e altri luoghi sciasciani alcune delle tappe dell’itinerario culturale che dodici inglesi provenienti da Londra e da Oxford della “Summer School” hanno svolto oggi a Racalmuto, dopo aver visitato anche i luoghi di Andrea Camilleri a Porto Empedocle.

Ad accogliere la delegazione, guidata dallo scrittore Geolf  Andrews, docente di Politica alla Open University di Oxford ed appassionato di Sciascia e della cultura siciliana, l’assessore alla Cultura del Comune di Racalmuto Salvatore Picone che ha donato all’Università alcuni volumi editi dalla Fondazione Sciascia. Presente anche il presidente del Fai di Agrigento Giuseppe Taibi che con il presidente di Slow Food Sicilia Rosario Gugliotta, hanno accompagnato nei giorni scorsi gli studenti nei luoghi di Camilleri e Pirandello, passando dalla Valle dei Templi e dal giardino della Kolymbetra.

“Ho accolto i professionisti inglesi appassionati soprattutto della storia siciliana letta attraverso le pagine di scrittori importanti – ci ha detto l’assessore Picone – ringraziandoli per l’attenzione rivolta al paese di Racalmuto. Ho detto loro che si può avere maggiore consapevolezza delle pagine di Sciascia passando dai luoghi che lo ispirarono, sin dalle ‘Parrocchie di Regalpetra’, passando per alcuni personaggi racalmutesi come il giudice Petrone la cui storia ispirò Sciascia per il libro ‘Porte Aperte’ o il monaco Frà Diego La Matina di ‘Morte dell’inquisitore’ “.

Altri articoli della stessa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *