Bosco-Palo sito di interesse nazionale

|




Finalmente comincia a muoversi qualcosa sulla  miniera dismessa situata tra Montedoro e Serradifalco. La Regione stanzia 15 milioni per  bonificarla

La miniera Bosco PaloAll’indomani del convegno organizzato dal Comune di Montedoro, dal titolo “Viaggio all’interno delle miniere: qual è la verità?”, in cui si sono stati esposti gli allarmanti dati, raccolti dal Registro Tumori di Caltanissetta e Ragusa, sul rischio di contrarre tumori parecchio al di sopra di quelli nazionali e dopo aver tentato di far luce sull’ipotesi che i siti minerari dismessi delle province di Caltanissetta, Enna e Agrigento siano stati utilizzati per lo sversamento di rifiuti speciali, qualcosa si muove o sembra cominci a muoversi. Due in particolare le novità di rilievo.

 

 

La prima riguarda lo stanziamento di quindici milioni di euro da parte della Regione Siciliana, tramite il Dipartimento regionale acque e rifiuti, per consentire gli interventi di messa in sicurezza e bonifica esterna della miniera di Bosco-Palo, situata tra Montedoro e Serradifalco. Gli interventi consisteranno in primis nella bonifica e nella rimozione delle strutture in cemento amianto, presenti in gran quantità nella miniera dismessa.

Alla notizia del finanziamento regionale si aggiunge l’ordine del giorno presentato come allegato al decreto Terra dei Fuochi dal deputato di Sel, Erasmo Palazzotto, e approvato dalla Camera dei Deputati con il quale si impegna il governo nazionale ad avviare uno studio epidemiologico ed eventuali azioni di bonifica qualora venissero riscontrati pericoli per le popolazioni, valutando peraltro la possibilità di dichiarare l’area sito di interesse nazionale.
Con l’approvazione dell’o.d.g ci troviamo di fronte al primo riconoscimento ufficiale da parte delle istituzioni nazionali della drammatica situazione delle miniere dismesse nel cuore della Sicilia.

A questo punto rimane doveroso, per le istituzioni locali e i cittadini, non abbassare la guardia e vigilare affinché gli interventi programmati siano realizzati in tempi brevi e nell’assoluto interesse delle popolazioni.

Altri articoli della stessa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *