“Tangu dill’anima”

da | 13 Giu 20

L’appuntamento del sabato con i versi di Giovanni Salvo

Giovanni Salvo

TANGU DILL’ANIMA

Quannu balla l’anima

ammutti  l’avveniri

Cori d’aceddri ‘ntesta

campani a mai finiri

Lu suli nun t’abbruscia

lu mari nun t’affuca

Lu cori ti si ‘ngrossa

l’amuri ca nun sbuca

Quannu balla l’anima

senti  certu amuri

Centu discursi pronti

parlassiru di sciuri

Prestu poi capisci

ca fussi na’ furtuna

La so’ facciuzza tennira

suruzza di la luna

Quannu balla l’anima

nun trovi l’arrizzettu

Forti lu cori trema

sutta lu to’ pettu

Li notti sunnu bianchi

sciarriati cu lu sonnu

La fami nun si senti

li santi  nun ci ponnu

Quannu balla l’anima

a ritmu di tangu

L’ariu  si ‘nchiarisci

s’arresta lu to’ sangu

Lu cori cu la testa

pari si sciarria

Ballassi notti e jornu

ppi’ stari ‘nzemi a tia.

Gabriela Mangione

Ascolta la poesia. Voce di Gabriela Mangione

 

1 commento

  1. Teresa Triscari

    Bella poesia, bel ritmo, metrica forte che mi hanno riportato alla potente carica espressiva di una Rosa Balistreri dove senti con vigore natura e passioni.
    Bravo Giovanni Salvo, eccezionale Gabriela Mangione!

    Rispondi

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Archivi


  • Quel libro su Agrigento disperso e ritrovato
    HAMILTON IN LINEA La ristampa delle "Memorie storiche" di Giuseppe Picone era stato inviato ad Angelo Cino della Fratellanza Racalmutese di Hamilton. Ritrovato in un mercatino dell'usato, ora è tornato a casa […]

Facebook