Disagi in Viale Europa, “Punto e a Capo” scrive al Commissario Giammanco

|




Agrigento. L’associazione chiede che vengano presi provvedimenti per rendere meno complicata la vita dei cittadini.

Viale Europa (foto Agrigento Punto e a Capo)
Viale Europa (foto Agrigento Punto e a Capo)

L”associazione “Agrigento Punto e a Capo” chiede al Commissario del Comune, Luciana Giammanco, di vigilare su Viale Europa dopo l’ultima caduta di calcinacci. Nella lettera inviata al Commissario vengono segnalati disguidi e disagi che non renderebbero “semplice” la vita dei cittadini, da qui la richiesta alla Giammanco di attivarsi con i provvedimenti del caso. Di seguito il testo integrale della lettera.

Gentile Commissario,

Le chiediamo di vigilare su Viale Europa dopo l’ultima caduta di calcinacci.

Il marciapiede era già stato “interdetto”, tempo fa, con assi di legno che una volta “scomparse” avevano reso il pericolo “invisibile”, perché non più segnalato.

Adesso la nuova ordinanza impone il divieto di sosta e di fermata e il divieto di transito ai pedoni nella parte interessata.

Il documento, seguito dall’apposizione dei cartelli, recita che il divieto esisterà  fino “ad ultimazione dei lavori citati in premessa”….

La premessa parla di “attività di MONITORAGGIO da parte dell’Ufficio Tecnico Comunale al fine di eliminare il pericolo”.

Vuol dire che non sono previsti lavori di sistemazione?

Accanto al marciapiedi, dove non si potrà più parcheggiare e fermarsi, c’erano alcuni dei pochi  stalli per il parcheggio non a pagamento.

Le chiediamo di provvedere affinchè sia rivisto il numero di parcheggi blu sulla via!

L’articolo 7, comma 8 del codice della strada recita “Qualora il Comune assuma l’esercizio diretto del parcheggio con custodia o lo dia in concessione ovvero disponga l’installazione dei dispositivi di controllo di durata della sosta, su parte della stessa area o su altra parte nelle immediate vicinanze, deve riservare una adeguata area destinata a parcheggio rispettivamente senza custodia o senza dispositivi di controllo di durata della sosta.

Inoltre, una sentenza della Corte di cassazione (la 116/07) ha stabilito che le multe per divieto di sosta nelle strisce blu sono nulle se vicino alle aree a pagamento non è stato predisposto un parcheggio libero da balzelli.

La preghiamo di attivarsi con provvedimenti per rendere più semplice la vita dei nostri concittadini.

Nel ringraziarLa per l’attenzione Le porgiamo i migliori saluti.

14/10/2014 I cittadini dell’Associazione Agrigento Punto e a Capo Onlus

Altri articoli della stessa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *