Canicattì, storie di donne tra recitazione e danza

|




Nell’approssimarsi dell’Otto Marzo, Giornata Internazionale della Donna, Recital degli studenti dell’Istituto “Giovanni Verga”.  

Nell’approssimarsi dell’Otto Marzo, Giornata Internazionale della Donna, l’Istituto Comprensivo “ Giovanni Verga” di Canicattì ha dedicato alla tematica un’intera giornata, realizzata, dopo mesi di lavoro, nelle classi. Grazie alla sensibilità della Dirigente Maria Ausilia Corsello ed alla docente Maria Pia Minacori,  promotrice dell’iniziativa “Storie di donne…storie infinite”, i ragazzi e le ragazze delle IV e V della Primaria e quelli delle Medie hanno portato sulla scena del Teatro Sociale di Canicatti il lavoro elaborato tramite recitazione e danza.

Partendo dal volume  “Le Mille” dell’Associazione Toponomastica femminile, Carla Cupani ha raccontato, la storia di Gertrude Bell una delle prime esploratrici dell’Ottocento. Sofia Maniscalco, Aurora Giardina  e Flavia Bonello hanno interpretato le premio Nobel per la pace Malala, Shirin Ebadi e Bertha Von Sutter. Serena Terranova ha raccontato della pittrice siciliana Lia Pasqualino Noto; Carla Narbone della scienziata Rosalind  Franklin, defraudata del Nobel; Roberta Inglima della fotografa Julia Margaret Cameron; Ambra Guadagnino di Mary Astell, che lottò per l’istruzione delle donne. Adriana Cimino ha interpretato l’esploratrice Liv Arnese; Erika Falcone, l’aviatrice statunitense  Bessie Coleman ed infine Martina Palumbo ha messo in risalto la figura di Marie Curie. L’introduzione a questa rappresentazione è stata fatta da Giuseppe Caruso.

Dopo l’esibizione del coro della scuola, Gaetano Aquilino ha introdotto la figura di Giovanna Cirillo Rampolla, la prima vedova di mafia, interpretata da Gloria Cipollina. A seguire, Alice Sena ha interpretato Filippa Pantano, la ricamatrice di Santa Caterina Villarmosa che si ribellò alle ingiustizie degli sfruttatori e dei mafiosi tra il 1970 ed il 1980.

Sono state inoltre ricordate le giovani donne vittime dell’incendio della fabbrica” Triangle” scoppiato a New York il 25 Marzo 1911. Tragico fatto che si commemora proprio l’Otto Marzo.

Hanno partecipato alla commovente rappresentazione: Aida Giardina, Miriana Lo Curto, Aurora Morreale, Giulia Garlisi, Beatrice Falcone, Giulia Lo Giudice, Maria Pia Petralito ,Gaia Calbiso, Vanessa Misuraca, Valeria Nobile, Claudia Russo,Flavia Lo Giudice, Sara Paci, Emanuela Pedalino,Alessandra Caramazza, Giulia Di Natale e Alfonso Guadagnino. Altre studentesse intervenute nella manifestazione sono state Gaia Messana, Roberta Ortu, Alessia Cimino e Alice Fiorello.

Una giornata che ha sicuramente formato le coscienze dei e delle discenti della scuola che hanno lavorato con serietà e bravura. Ovviamente tutto ciò è stato reso possibile grazie al notevole supporto dei docenti Aldo Cammalleri e Lillo Formuso e delle docenti Angela Di Naro, Anna Meli, Elga Salamanca, Sonia Milioti, Lisa Fazio, Flavia Agrò, Rina Rinaldi, Laura Cioffi, Sara Graci, Marilena Bellia, Grazia Mulone e Lidia Di Falco.

Tanti applausi per studenti e studentesse da parte del pubblico in sala. L’iniziativa è sicuramente un grande esempio della “Buona Scuola”.

Guarda foto di Giovanni Salvio

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

 

Altri articoli della stessa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *