Fondato a Racalmuto nel 1980

“La voglia di restare”

La poesia di Elisabetta Liberatore vincitrice alla settima edizione del Concorso Letterario Nazionale  Raccontami, o Musa 

Elisabetta Liberatore

La voglia di restare (mio padre e l’amore per vita) è la poesia di Elisabetta Liberatore vincitrice alla settima edizione del Concorso Letterario Nazionale “Raccontami, o Musa , bandito dalla Associazione culturale Musamusìa di Licata, presieduta da Lorenzo Alario, in collaborazione con la testata giornalistica online Malgradotuttoweb. Direttrice artistica del Concorso letterario la prof.ssa Angela Mancuso. Presidente della giuria Raimondo Moncada

La voglia di restare (mio padre e l’amore per vita)

La sera è un ultimo graffio
di un giorno che ha smesso
di crescere sul tuo volto,
ora che i minuti smettono di accadere
e strisciano inermi nel fondo liquido
di iridi acquose.
È come spegnere il tempo
nel silenzio delle parole,
sono i nomi di tutte le cose
lasciati a un confine né cielo né terra,
e tutto è attonito
nei primi lembi di un’alba livida,
dove antiche paure tremano
e l’inverno morde dietro le tende.
Ti allontani lungo sentieri immobili
senza più lotta,
la voce sottile non sa più dire
del niente che sale dalle radici,
le guerra di palliativi
cresce dentro le vene.
Tu nulla puoi restituire
a queste stagioni mute,
a noi, che ancora cerchiamo un segno
in cui ritrovarti pieno della tua fiamma,
un istante simile a sempre,
ancora un attimo delle tue mani.
È la tua voglia di restare
ad aprirti gli occhi, ancora,
due punti d’azzurro,
tenaci, dal profondo.

 

Condividi articolo:

spot_img

Block title

Conosce i segreti dei libri e degli scrittori di ogni tempo

Conversazione con Salvatore Ferlita, docente universitario, saggista e critico letterario. Il 17 aprile alla libreria Feltrinelli di Palermo la presentazione del suo nuovo libro Pirandello di sbieco, edito da Sellerio

“Tra Terra e Acqua: Antiquarium del Mare”

Agrigento, a Casa Sanfilippo la presentazione del volume in memoria di Daniele Valenti

“Cucina in giallo”

Al Museo "Pietro Griffo" di Agrigento Gaetano Savatteri presenta la nuova Antologia di Gialli edita da Sellerio

Gianfranco, l’eremita che amava costruire giocattoli

Una vita travagliata quella di Gianfranco Messana: l'abbandono della madre a Milano, l'infanzia difficile a Racalmuto e poi pellegrinaggi in Grecia e in Spagna. L'unica sua passione: costruire giocattoli. A Mori, vicino Rovereto, dove visse negli ultimi anni, il suo ricordo ancora vivo.