Fondato a Racalmuto nel 1980

“Segni e simboli della Tavolata di San Giuseppe”

Favara, l’Istituto Comprensivo “Gaetano Guarino”, in collaborazione con l’ Istituto Alberghiero “Gaspare Ambrosini”, dedica due giornate alle tradizioni legate a San Giuseppe

A Favara la “Tavolata di San Giuseppe” è una tradizione che si rinnova da tempo. Una tradizione molto cara a tutta la comunità e che coinvolge anche la scuola.

l’Istituto Comprensivo “Gaetano Guarino” di Favara, in collaborazione con l’ Istituto Alberghiero “Gaspare Ambrosini”, oggi 18 marzo organizza e condivide la “Tavolata di San Giuseppe” nell’Atrio della scuola “Guarino”.

Gabriella Bruccoleri, Preside Istituto “Ambrosini” e Istituto “Guarino” Favara

L’ iniziativa si inserisce all interno delle varie attività scuola territorio, e “vuole promuovere nei giovani – spiega la Preside Gabriella Bruccoleri – nuove forme di consapevolezza e di riflessione sulla nostra storia e sulla nostra antropologia Culturale”.

Alle ore 8.30 la giornata si aprirà con una accurata relazione sui segni e sui simboli della Tavolata, con il contributo della preside Gabriella bruccoleri e di don Nino Gulli, arciprete di Favara.

Il 19 Marzo l’ istituto Ambrosini parteciperà attivamente alla preparazione della minestrata, iniziativa voluta dal Comitato San Giuseppe e da tutto il Consiglio Pastorale cittadino, alla fine di una giornata caratterizzata da celebrazioni eucaristiche nella chiesa del Rosario, e  da tanti eventi gastronomici a cui hanno aderito tutti i panificatori e i pasticceri di Favara, sempre devoti a San Giuseppe.

“Ancora una volta – sottolinea la Preside Bruccoleri – la scuola approfondisce i temi della nostra tradizione, per contribuire, con le famiglie e la città tutta, alla trasmissione di valori umani come la carità vicendevole, la cura, l” amore per il prossimo e per la natura, la conoscenza di figure che, come quella di San Giuseppe, aiutano i ragazzi a costruire percorsi nuovi di analisi storica e religiosa”.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Condividi articolo:

spot_img

Block title

Conosce i segreti dei libri e degli scrittori di ogni tempo

Conversazione con Salvatore Ferlita, docente universitario, saggista e critico letterario. Il 17 aprile alla libreria Feltrinelli di Palermo la presentazione del suo nuovo libro Pirandello di sbieco, edito da Sellerio

“Tra Terra e Acqua: Antiquarium del Mare”

Agrigento, a Casa Sanfilippo la presentazione del volume in memoria di Daniele Valenti

“Cucina in giallo”

Al Museo "Pietro Griffo" di Agrigento Gaetano Savatteri presenta la nuova Antologia di Gialli edita da Sellerio

Gianfranco, l’eremita che amava costruire giocattoli

Una vita travagliata quella di Gianfranco Messana: l'abbandono della madre a Milano, l'infanzia difficile a Racalmuto e poi pellegrinaggi in Grecia e in Spagna. L'unica sua passione: costruire giocattoli. A Mori, vicino Rovereto, dove visse negli ultimi anni, il suo ricordo ancora vivo.