Fondato a Racalmuto nel 1980

Grotte e Racalmuto verso l’ammodernamento delle reti idriche

Questa mattina la consegna dei lavori nell’Aula consiliare del Comune di Grotte. L’ammodernamento riguarda anche il Comune di Porto Empedocle. Il sindaco di Grotte Alfonso Provvidenza: “L’obiettivo è di creare nel medio periodo una rete nuova ed eliminare tutte le perdite”. Il sindaco di Racalmuto Vincenzo Maniglia: “Con questo nuovo intervento si risolveranno parecchi problemi”

Consegna lavori reti idriche, Un momento dell’incontro nell’Aula consiliare del Comune di Grotte

Saranno ammodernate le reti idriche dei comuni di Grotte, Porto Empedocle e Racalmuto. Questa mattina nell’Aula Consiliare del Comune di Grotte la consegna degli “Interventi strutturali per la riduzione delle perdite idriche” alla società che effettuerà i lavori, la Rti Essequattro Costruzioni srl – Edile V.N.A.

Presenti il presidente dell’Assemblea dei sindaci di Aica e sindaco di Grotte, Alfonso Provvidenza; il direttore generale di Aica, Claudio Guarneri; il direttore tecnico di Aica, Francesco Fiorino; il sindaco di Racalmuto, Vincenzo Maniglia; il presidente del Consiglio comunale di Grotte, Angelo Carlisi, e il consigliere comunale di Racalmuto, Sergio Pagliaro. I lavori, finanziati dal React-Eu, prevedono il rifacimento delle reti idriche e, nelle zone oggetto di intervento, la distribuzione sarà in H24.

“È una giornata particolarmente importante per le comunità di Grotte, Porto Empedocle e Racalmuto – sottolinea il sindaco di Grotte  Alfonso Provvidenza – perché abbiamo la consegna dei lavori di uno dei lotti finanziati nell’ambito del React-Eu che ha portato circa 150 milioni di euro alla nostra provincia. L’obiettivo è di creare nel medio periodo una rete nuova ed eliminare tutte le perdite che, purtroppo, stanno caratterizzando negativamente l’erogazione idrica. Infine, voglio sottolineare l’importanza di questo progetto non solo come presidente dell’Assemblea dei sindaci di Aica ma come sindaco di Grotte: l’avere ottenuto un finanziamento di quasi tre milioni di euro per il rifacimento della rete idrica nel Comune che amministro, rappresenta un orgoglio particolare. Tra l’altro, saranno oggetto di intervento le reti della parte più antica del paese, il centro storico, e questo è per me un motivo di particolare soddisfazione”.

“A Grotte – aggiunge il Presidente del Consiglio Comunale Angelo Carlisi – gli ultimi lavori di rifacimento delle reti idriche risalgono agli anni 2000  e grazie a questo intervento, i vantaggi saranno esponenziali. Oggi, tra l’altro, stiamo utilizzando le risorse del Pnrr – linea React-Eu, che apporteranno benefici sul nostro territorio in termini di servizi. Quando si parla di qualità della vita, ci si rifà ai parametri dettati dai servizi pubblici locali. Ebbene, oggi a Grotte, diamo input a un parametro di vita importante: la fruizione delle risorse idriche”.

“Con questo intervento, finanziato si rimodernerà la rete idrica di Racalmuto – dice il sindaco Vincenzo Maniglia – Un investimento importante che ci dà la possibilità di risolvere il problema della carenza di acqua spesso dovuta non solo all’approvvigionamento, ma alle perdite idriche. La nostra è una rete molto vecchia che ha necessità di essere efficientata. Crediamo che con questo nuovo intervento si risolveranno parecchi problemi e questo ci consentirà di dare, nel 2024, un servizio più efficiente nel quale il cittadino paga le bollette per un servizio che gli viene reso”.

“Un intervento che consentirà non solo l’ammodernamento delle reti ma anche la digitalizzazione degli impianti e l’installazione di contatori elettronici – aggiunge il consigliere comunale Sergio Pagliaro – Nella zona antica di Racalmuto il 45 per cento di acqua si perde sottotraccia e da oltre 40 anni non si eseguono importanti interventi di manutenzione delle reti. Siamo soddisfatti del risultato raggiunto grazie anche alla preziosa collaborazione di Enzo Greco Lucchina, direttore generale di Ati Ag9”.

 

 

Condividi articolo:

spot_img

Block title

Aggressioni al personale sanitario

Il Presidente dell'Ordine dei Medici di Agrigento: "Individuare ogni possibile deterrente per far sì che episodi di questo tipo non abbiano a ripetersi"

Aragona, una mostra fotografica racconta il duro lavoro dei minatori

E' stata allestita nella sede della Camera del lavoro e sarà esposta il 23 febbraio

“Di sicuro partimmo da lì, da quel Liceo Empedocle che…”

Ricordi. "Come ci si conosce al liceo, non ci si conosce da nessun’altra parte.."

“Storie d’argilla – La bottega del giovane vasaio”

Canicattì, domenica 25 febbraio Laboratorio gratuito per ragazzi all'Antiquarium Vito Soldano