Fondato a Racalmuto nel 1980

Istituto “Falcone Borsellino” Favara, inaugurato il campetto sportivo polivalente

Inaugurata anche l’area “Agorà” adiacente alla “Pinetina della Legalità”. La Preside Maria Vella: “Il nostro Istituto adesso è anche ad indirizzo sportivo e nuove strutture possono invogliare più giovani a praticare varie discipline”

Il taglio del nastro

Giornata che resterà nella storia della scuola quella del 30 novembre alla “Falcone Borsellino” di Favara. Nella sede centrale dell’istituto comprensivo sono stati inaugurati il campetto sportivo polivalente e l’area “Agorà” adiacente alla “Pinetina della Legalità”.

Opere realizzate grazie ad un finanziamento Fesr 2014-2020 che l’istituto ha intercettato tra i bandi, realizzato un progetto con l’Ing. Erica Matina, con il pieno coinvolgimento del Collegio dei Docenti e del Consiglio d’istituto e con i pareri autorizzativi del Comune di Favara. Con  un’articolata manifestazione che ha coinvolto gli alunni dei due plessi è stata  esaltata l’importanza della pratica sportiva per la crescita sana di mente e corpo.

Giuseppe Piscopo, coordinatore dell’iniziativa e vicepreside del “Falcone Borsellino”

La cerimonia, coordinata dal vicepreside Giuseppe Piscopo, ha avuto la partecipazione di diversi ospiti. La Dirigente Scolastica Maria Vella, che ha seguito i lavori in piena estate insieme al suo staff amministrativo e tecnico sotto il sole cocente dell’estate più calda di sempre, nel corso del suo saluto ha evidenziato l’importanza dello sport a scuola e soprattutto l’esigenza di spazi attrezzati ed adeguati. E dopo la palestra coperta, il plesso di via Rag. D’Oro da oggi può offrire ai propri alunni, compresi quelli della sede distaccata di via Roma, un gioiello polivalente, dove poter praticare calcetto, tennis, basket e volley.

La Preside del “Falcone Borsellino” Maria Vella

“Ci siamo prefissati degli obiettivi – ha detto la Preside Maria Vella – e con un lavoro di squadra ci siamo riusciti. Riqualificare uno spazio utilizzato  per lo sport ma inadeguato è per noi motivo di felicità. Il nostro Istituto adesso è anche ad indirizzo sportivo e nuove strutture possono invogliare più giovani a praticare varie discipline”.

Alla manifestazione hanno dato i propri contributi l’assessore comunale ai Lavori pubblici Emanuele Schembri, il presidente onorario della Lega Nazionale Dilettanti Santino Lo Presti, il presidente provinciale Coni Antonella Attanasio, il presidente del Consiglio d’istituto Laura Pitruzzella, don Calogero Lo Bello ed alcuni alunni. Testimonial della manifestazione i giocatori della SSD Pro Favara 1984 il portiere Lamin Ceesay, Pietro Marino ed il capitano Fabio Bossa.

Un momento dell’iniziativa

Toccante la testimonianza del portiere gialloblù e della sua storia di migrante. “Ho perso un fratello durante la traversata – ha detto Lamin- e ogni volta che pensavo a lui piangevo. Lui amava il calcio e io, grazie al calcio, sono rinato. E adesso quando penso a lui sorrido perché so che è felice. Ai ragazzi dico di praticare qualsiasi disciplina. Perché si cresce sani e soprattutto si seguono regole per la vita”.

 

Condividi articolo:

spot_img

Block title

“Tacito Silenzio”

Alla Prefettura di Agrigento la presentazione del libro di Armando Caltagirone

Lamanna a Gibellina. Il nuovo episodio di Màkari

Nell'episodio in onda domenica 25 febbraio, il trio di Saverio Lamanna, Peppe Piccionello e Suleima vanno a Gibellina. E devono indagare su un caso tra passato e presente

Agrigento festeggia San Gerlando

Una festa che coinvolge tutta la diocesi e la città

“Solo una donna”

Il racconto della domenica