Fondato a Racalmuto nel 1980

Favara, l’Istituto Falcone Borsellino ricorda la Preside Antonietta Morreale nella palestra da lei voluta

Sabato la cerimonia di collocazione della targa commemorativa e l’inaugurazione della struttura sportiva

La Preside Antonietta Morreale

Avrà luogo sabato 11 dicembre, alle ore 10.30, all’ Istituto Comprensivo  “Falcone Borsellino” di Favara, la cerimonia di collocazione di una targa commemorativa alla memoria della dirigente scolastico Antonietta Morreale, scomparsa giorno 1 febbraio 2020. La tabella, che  sarà scoperta alla presenza dei familiari , è collocata all’ingresso della palestra, struttura per la cui denominazione in memoria della dottoressa Morreale  si è già espresso il Collegio dei docenti e successivamente il Consiglio d’Istituto avviando l’iter procedurale. Alla cerimonia interverranno autorità politiche, religiose e militari, dirigenti scolastici di altri istituti e rappresentanti di istituzioni sportive. “Contestualmente si procederà – comunica la dirigente scolastico dell’Istituto Maria Vella – anche all’ufficiale inaugurazione dell’impianto sportivo, rinviata nei mesi scorsi per l’emergenza epidemiologica legata al covid-19″.

Ecco di seguito la motivazione approvata dal Collegio dei docenti: “Ad Antonietta Morreale (Favara 15 febbraio 1965- Agrigento 1 febbraio 2020) già Dirigente Scolastica del nostro Istituto dal 2006 e fino alla sua scomparsa. Nel corso degli ultimi anni, con caparbietà e forza, ha seguito tutto l’iter per la realizzazione della nuova palestra con una continua interfaccia con il Comune di Favara: dall’idea progettuale alla presentazione degli elaborati tecnici, dalla consegna dei lavori alla posa della prima pietra, dalla consegna delle chiavi all’apertura. Un male terribile e incurabile l’ha sottratta prematuramente alla comunità scolastica proprio nei giorni dell’apertura dell’impianto sportivo, non potendo gioire insieme ad alunni e docenti per uno spazio tanto desiderato e per tanti anni sognato. Per queste motivazioni il Collegio dei Docenti propone di intitolare la struttura ubicata nel plesso di via Rag. Angela D’Oro alla memoria della nostra compianta Dirigente Scolastico Antonietta Morreale”.

Il personale della scuola, con un proprio contributo, per ricordare la Dirigente Scolastico ha acquistato un impianto di canestri e altro materiale sportivo e curato l’arredo floreale del piazzale antistante la palestra.

Leggi anche

(Da Malgradotuttoweb, 25 gennaio 2018)

Favara, quando un sogno diventa realtà

di Giuseppe Piscopo

All’Istituto “Falcone Borsellino“ nasce un impianto polivalente dove i ragazzi potranno praticare attività sportive, culturali e musicali. Ieri la posa della prima pietra. Sarà pronto tra 4 mesi. La Preside Antonietta Morreale: “In diverse occasioni abbiamo anche legato le attività sportive a temi sociali importanti come la legalità”. La sindaca Anna Alba: “Una importante opera pubblica. E’ un giorno di festa per Favara”. 

Un impianto polivalente coperto, sia per le pratiche sportive che per le tante iniziative culturali e musicali che la scuola organizza. Una palestra all’avanguardia, con spogliatoi, con servizi e docce per i giovani atleti, dove finalmente gli alunni dell’I.C. “Falcone Borsellino” potranno praticare le varie discipline. Oggi, in una giornata preludio di primavera, la cerimonia di posa della prima pietra, per la felicità di alunni e docenti costretti, in questi anni, a praticare sport in spazi non idonei.

“Nonostante i limiti strutturali registrati fino ad oggi –ci ha detto la dirigente scolastica Antonietta Morreale– la nostra scuola ha puntato sempre sull’attività motoria e sportiva. Nelle nostre bacheche diversi trofei e attestati vinti dagli alunni in manifestazioni sportive che si sono tenute in tutto il territorio regionale, frutto di un serio lavoro didattico. Attività sportive svolte sempre all’aperto anche in inverno, alcune delle quali innovative come il badminton, portate avanti per l’amore verso lo sport, tra tanti sacrifici da parte di docenti e alunni, con un occhio al campo di gioco e l’altro al meteo. Nella nostra offerta formativa è tenuto sempre in considerazione il motto latino “Mens sana in corpore sano. In diverse occasioni abbiamo anche legato le attività sportive a temi sociali importanti come la legalità, come le corse e maratone che abbiamo organizzato nel centro cittadino. Adesso questa palestra è la ciliegina sulla torta su un Istituto comprensivo che ha formato e continuerà a formare centinaia di alunni destinati ai licei, con una forte preparazione di base ”.

Per la consegna dei lavori alla ditta Scr di Agrigento, l’amministrazione comunale ha voluto coinvolgere alunni e personale della scuola. Presenti la sindaca  Anna Alba, l’assessore all’istruzione e sport Rossella Carlino, l’ingegnere capo del comune di Favara Alberto Avenia, il geometra Maurizio Bottone oltre al rappresentante legale della ditta. A fare gli onori di casa la dirigente Antonietta Morreale, docenti, personale non docente e oltre 200 alunni, quasi increduli a vedere realizzato un sogno che si protrae da anni ma che sembrava svanire per colpa di una serie di ricorsi legali che hanno allungato l’attesa di oltre 3 anni. Ma ormai le carte bollate e le ordinanze del TAR lasciano il posto alle ruspe e alle maestranze della ditta che, dalla prossima settimana, inizierà a rendere operativo il cantiere.

“E’ un bene della scuola e di tutto il quartiere di via Olanda –ha detto soddisfatta la sindaca Anna Alba– che completa di fatto uno degli istituti polo della città, fiore all’occhiello del territorio per tutta una serie di proposte didattiche portate avanti in questi anni. Finalmente mettiamo fine ad un lungo iter amministrativo, rallentato da ricorsi tra ditte concorrenti. E’ un giorno di festa per Favara intera, perché un’importante opera pubblica arricchirà l’impiantistica cittadina”.

L’impianto occuperà una superficie di oltre 1000 metri quadri, compresi tra la via Olanda e la via Rag. Angela D’Oro.

“Oltre alla palestra –dice l’assessore Rossella Carlino- sarà realizzato anche uno spazio dedicato ai giochi per i bambini della scuola dell’infanzia. Un intervento di decoro all’intera scuola, una delle più frequentate della città”.

La palestra, come detto, sarà realizzata con la copertura. “La struttura –ci ha spiegato l’ing. Albero Avenia- poggerà su arcate di legno lamellare, avrà una copertura in telo, avrà impianti al risparmio energetico ed ecocompatibile. La ditta avrà 120 giorni di tempo per realizzare le opere, che comunque saranno ultimate entro quest’anno scolastico, per un importo netto di 310.000 euro”.

Alla manifestazione presente anche Sara Chianetta, assessore della giunta Manganella, alla quale vanno i meriti per aver colto, durante il suo mandato, la pressante richiesta da parte del Consiglio d’Istituto e del corpo docente e di aver intercettato i giusti canali di finanziamento, destinando alla “Falcone Borsellino” quasi 500.000 euro.

“Ci tenevo ad essere presente a questa giornata di festa – ci ha detto l’ex assessore alla Pubblica Istruzione Chianetta – perché proprio per questo progetto abbiamo messo in campo ogni sforzo tecnico ed amministrativo per realizzare un sogno dei ragazzi. Purtroppo alla già lunga trafila burocratica sono subentrati una serie di ricorsi a Tar e CGA che hanno fatto slittare di oltre 3 anni i tempi di consegna”.

Adesso tutti in tuta, grandi e bambini. Perché una struttura così bella merita di essere frequentata, in orari extrascolastici, anche dai nuclei familiari.

Nella foto un momento della cerimonia

 

Condividi articolo:

spot_img

Block title

Agrigento, nasce il Centro di Ascolto per persone con problemi di ludopatia e sovraindebitamento

Verrà presentato il 26 aprile al Palazzo vescovile di Agrigento nel corso del convegno sul tema “Disturbo da gioco d’azzardo e sovraindebitamento”. 

Allergie, come prevenire i sintomi e le complicanze

Se ne parla nello Speciale Medicina di Simona Carisi in onda su Teleacras

Acqua, la paura di vivere il già vissuto

"Senz’acqua non si può vivere. E se dovessi scegliere tra cultura e acqua non avrei alcun dubbio di dire ACQUA"

In moto alla scoperta dei Borghi più Belli della Sicilia

"Wonder Italy" fa tappa a Sciacca, Realmonte, Aragona e Agrigento