Fondato a Racalmuto nel 1980

Maricetta Lombardo, il suo “David di Donatello” conferma di una grande professionalità

 Un orgoglio per la città di Agrigento

Maricetta Lombardo

Agrigento , durante il “David di Donatello 2024”, ha fatto da padrona con Maricetta Lombardo. Nel corso della diretta su Rai 1, durante la premiazione dell’Accademia del Cinema Italiano, l’agrigentina esperta di suono ha ricevuto il suo David a conferma di una grande professionalità.

Per Maricetta Lombardo i premi non sono comunque una novità, il suo è il terzo David; così la tecnica del suono ha trasformato anche questa volta la Nomination registrando un doppio premio, il personale per il miglior suono, e quello del  film vincitore “Io capitano” di Matteo Garrone di cui ha curato l’audio con Daniela Bassani, Mirko Perri e Gianni Pallotto.

Sorella del noto ambientalista agrigentino, responsabile dell’associazione “Mare Amico”, Claudio Lombardo, Maricetta  è apparsa elegante sul palco di Cine Città indossando un bellissimo tailleur rosso realizzato con un tessuto a fantasia argentata acquistato dalla stessa  in Africa.

Dunque un omaggio il suo al luogo in cui sì sono svolte le scene del noto film che tratta  l’odissea attuale di due giovani africani che lasciano Dakar per raggiungere l’Europa attraversando i pericoli del deserto e del mare.

Cosi i tanti che ad Agrigento hanno assistito in TV alla serata condotta da Carlo Conti e Alessandra Marcuzzi hanno potuto orgogliosamente gongolare per il prestigioso successo della brava concittadina.

Condividi articolo:

spot_img

Block title

“Comprendere e Affrontare la Migrazione in Sicilia”

E' il tema del Work shop in programma a Sciacca il 24 e 25 giugno

“Tararà”, adattamento teatrale in lingua siciliana di alcune novelle pirandelliane

Lo spettacolo è in programma Il 28 giugno, alle 18, al Circolo Empedocleo

Racalmuto festeggia San Calogero

Oggi un'intera giornata sarà dedicata al "Santo nero" molto amato in tanti centri dell'agrigentino. La statua di San Calogero si venera da secoli nella chiesa di San Francesco

“La Sicilia di Rosa”

Oggi, 23 giugno, il Centro Studi di Cultura Siciliana e del Mediterraneo inaugura a Licata una mostra di dipinti dedicata a Rosa Balistreri