Fondato a Racalmuto nel 1980

“Un tappeto di gocce di pianto”

La poesia di Lucia Lo Bianco terza classificata alla settima edizione del Concorso Letterario Nazionale “Raccontami, o Musa”

Lucia Lo Bianco

“Un tappeto di gocce di pianto” è la poesia di Lucia Lo Bianco terza classificata alla settima edizione del Concorso Letterario Nazionale “Raccontami, o Musa, bandito dalla Associazione culturale Musamusìa di Licata, presieduta da Lorenzo Alario, in collaborazione con la testata giornalistica online Malgradotuttoweb. Direttrice artistica del Concorso letterario la prof.ssa Angela Mancuso. Presidente della giuria Raimondo Moncada

Un tappeto di gocce di pianto

(Dedicato a Mahsa Amini) 

Ti regalo queste morbide ciocche

e il profumo leggero del vento,

ho parlato alle foglie in un soffio

tra i sussurri dei rami nel bosco.

E il disegno tracciato nel cielo

è un respiro che viaggia nel tempo

mentre libera attendo risposte

tra frammenti di ali spezzate.

La mia chioma si veste di veli

che si aprono varchi nel buio,

mentre danzano biechi fantasmi

come chiodi su croci di legno.

Ma io ho sogni vestiti di notte

che mi spingono oltre il confine

tra libellule colme di luce

che volteggiano senza catene.

E il mio sguardo è un volo leggero

che ha riflessi d’oro e d’argento:

sono stella in fondo ai pensieri

e sirena che guizza nel mare.

Ora solo ricordi bugiardi e recisi

fini e fragili come capelli perduti,

un tappeto di gocce di candido pianto

sotto un soffice chiaro di luna sfocata.

Condividi articolo:

spot_img

Block title

“L’ acqua è vita, è un diritto riceverla”

Crisi idrica. Assemblea popolare a Favara in Piazza Cavour. Ma la risposta della popolazione è stata deludente. I promotori dell'iniziativa: "Anche se in 200 questa prima azione era importante.."

“Per Voce Sola”

Agrigento al Teatranimahub terzo appuntamento con la II rassegna teatrale in ricordo di Mariuccia Linder

ASP Agrigento, stabilizzati settantaquattro operatori socio sanitari

La prossima settimana la sottoscrizione del contratto a tempo indeterminato che prevede il passaggio da 18 a 36 ore settimanali.

“Un’occasione unica per immergersi nella storia e nell’arte attraverso gli occhi dei fotografi”

Agrigento, nella Sala Zeus del Palacongressi la presentazione del volume dedicato al Fondo Fotografico Eredi Stefano Pirandello.