Fondato a Racalmuto nel 1980

“Donne, cibo e tradizioni”

Favara, all’Istituto Alberghiero “Ambrosini” quarto appuntamento con il progetto “Costruire la Donnità”

Gabriella Bruccoleri, Preside Istituto “Ambrosini” Favara

Quarto appuntamento, domani 28 febbraio, all’Istituto Alberghiero “Ambrosini” di Favara con il progetto “Costruire la Donnità”.

“Il progetto – spiega la Preside Gabriella Bruccoleri – mira all’affermazione del diritto di genere per creare nuove forme di consapevolezza della femminilità e della mascolinità, nella costruzione di sé e prevede approfondimenti specifici sul tema dell’educazione alle pari opportunità e della prevenzione di ogni forma di violenza, disuguaglianza e discriminazione, in grado di superare gli stereotipi relativi ai ruoli “femminili” o “maschili”, i pregiudizi e i modelli sociali negativi”.

Il percorso del progetto è suddiviso in cinque giornate, ognuna dedicata ai vari ordini di scuola, per la presentazione dei lavori e dei relativi temi individuati.

Domani all’Istituto alberghiero Ambrosini si svolgerà la quarta giornata che
affronterà il tema “Donne, cibo e tradizioni”.

Condividi articolo:

spot_img

Block title

Conosce i segreti dei libri e degli scrittori di ogni tempo

Conversazione con Salvatore Ferlita, docente universitario, saggista e critico letterario. Il 17 aprile alla libreria Feltrinelli di Palermo la presentazione del suo nuovo libro Pirandello di sbieco, edito da Sellerio

“Tra Terra e Acqua: Antiquarium del Mare”

Agrigento, a Casa Sanfilippo la presentazione del volume in memoria di Daniele Valenti

“Cucina in giallo”

Al Museo "Pietro Griffo" di Agrigento Gaetano Savatteri presenta la nuova Antologia di Gialli edita da Sellerio

Gianfranco, l’eremita che amava costruire giocattoli

Una vita travagliata quella di Gianfranco Messana: l'abbandono della madre a Milano, l'infanzia difficile a Racalmuto e poi pellegrinaggi in Grecia e in Spagna. L'unica sua passione: costruire giocattoli. A Mori, vicino Rovereto, dove visse negli ultimi anni, il suo ricordo ancora vivo.