Fondato a Racalmuto nel 1980

“Un mare di cultura e conoscenza”

Agrigento, presentato il programma di iniziative promosse per il 2024 dal Comitato di Agrigento della Società “Dante Alighieri” in collaborazione con il Comune e altre realtà del territorio

Enza Ierna, Presidente Comitato di Agrigento della Società “Dante Alighieri”, e il Sindaco di Agrigento Francesco Miccichè

Presentato oggi al Comune di Agrigento il progetto “Un mare di cultura e conoscenza”, il programma di iniziative promosse per il 2024 dal Comitato di Agrigento della Società “Dante Alighieri” in collaborazione con il Comune.

“Tra le finalità del progetto – spiega Enza Ierna, presidente del Comitato di Agrigento della Società “Dante Alighieri” – Valorizzare il territorio agrigentino e nello stesso tempo le risorse umane e quelle culturali e artistiche presenti; dare risalto a luoghi e siti locali di particolare interesse, coinvolgendo nelle varie iniziative soprattutto i giovani favorendone lo sviluppo della memoria storica, del senso dell’arte e dell’interesse per la letteratura in genere; favorire l’incremento del turismo con attività finalizzate a mettere in risalto alcuni
aspetti locali specifici e ricorrendo a varie forme di animazione di spazi e siti esistenti
nel territorio; mettere in risalto alcuni eventi e personaggi ritenuti particolarmente significativi..”.

“E’ un programma che di anno in anno diventa sempre più ricco – sottolinea il Sindaco di Agrigento Francesco Miccichè – Importante è l’inserimento della città di Gorizia, che sarà ‘Capitale Europea della Cultura 2025’, con cui è stato stilato un protocollo d’intesa con la città di Agrigento. E’ un percorso culturale vasto, un tassello fondamentale per esaltare il patrimonio culturale del nostro territorio. Ringrazio la Società ‘Dante Alighieri’, le associazioni, le scuole e tutti gli organi che hanno aderito. Agrigento ‘Capitale italiana Cultura 2025’ è al centro dell’attenzione nazionale e internazionale, e questo è anche merito dell’impegno culturale profuso da chi ama la cultura e il proprio territorio, come la dottoressa Enza Ierna, che ringrazio”.

Oltre al Comune di Agrigento alla realizzazione del progetto collaborano: Empedocle Consorzio Universitario di Agrigento; Museo Diocesano di Agrigento; Archivio di Stato di Agrigento; Parco Valle dei Templi di Agrigento; Casa Editrice Medinova; “il Cerchio” di Agrigento; la sezione AIMC di Agrigento; Ordini Professionali di Agrigento: Avvocati, Architetti, Geologi, Ingegneri, Medici; Unesco Club di Agrigento; Fondazione Teatro Luigi Pirandello Valle dei Templi Agrigento; l’Accademia Teatrale di Sicilia; Liceo Classico e Musicale “Empedocle” di Agrigento; IISS “Gallo” di Agrigento; Empire International Club di Agrigento.

 

 

 

 

 

.

 

 

 

 

 

Condividi articolo:

spot_img

Block title

Conosce i segreti dei libri e degli scrittori di ogni tempo

Conversazione con Salvatore Ferlita, docente universitario, saggista e critico letterario. Il 17 aprile alla libreria Feltrinelli di Palermo la presentazione del suo nuovo libro Pirandello di sbieco, edito da Sellerio

“Tra Terra e Acqua: Antiquarium del Mare”

Agrigento, a Casa Sanfilippo la presentazione del volume in memoria di Daniele Valenti

“Cucina in giallo”

Al Museo "Pietro Griffo" di Agrigento Gaetano Savatteri presenta la nuova Antologia di Gialli edita da Sellerio

Gianfranco, l’eremita che amava costruire giocattoli

Una vita travagliata quella di Gianfranco Messana: l'abbandono della madre a Milano, l'infanzia difficile a Racalmuto e poi pellegrinaggi in Grecia e in Spagna. L'unica sua passione: costruire giocattoli. A Mori, vicino Rovereto, dove visse negli ultimi anni, il suo ricordo ancora vivo.