Fondato a Racalmuto nel 1980

Nasce ad Agrigento la sezione provinciale dell’Istituto Nazionale di Bioarchitettura

Ieri la presentazione nella sede dell’Ordine degli architetti. I componenti del direttivo

I componenti del direttivo della sezione di Agrigento

Nasce ad Agrigento la sezione provinciale dell’Istituto Nazionale di Bioarchitettura, ieri la presentazione nella sede dell’Ordine degli architetti.

Il direttivo neoeletto è coordinato dall’architetto Salvo Scopelliti e composto dall’ingegnere Vittorio Nocera e dagli architetti Alfonso Lazzaro, Luisa Lo Faro, Maria Martorana, Calogero Vella e dal consigliere dell’Ordine Raimondo Zambuto.

“Oggi il rilancio della sezione di Agrigento dell’Istituto Nazionale di Bioarchitettura – ha detto la presidente Anna Carulli – segna un momento importante di attenzione ai temi della sostenibilità ambientale. Ascoltando i neosoci nel pianificare le attività future, ho avuto modo di apprezzare la vivacità e il bisogno di approfondire la parte identitaria del proprio territorio in relazione all’ambiente e tutela del territorio”.

“L’obiettivo è quello di promuovere, nel nostro contesto provinciale – ha spiegato Rino La Mendola, presidente Ordine Architetti Agrigento – nuove politiche di gestione del territorio, fondate sui cosiddetti “appalti verdi” e soprattutto sul rispetto e la valorizzazione dell’ambiente, offrendo contestualmente, al libero professionista che opera sul territorio provinciale, nuove opportunità per acquisire una formazione specialistica sui principi DNSH e sui Criteri Ambientali Minimi”.

Durante l’incontro è stato lanciato un corso di 16 ore, che sarà tenuto dell’Istituto Nazionale di Bioarchitettura, in webinar, i prossimi 26 e 27 gennaio, per la formazione della figura professionale di “esperto in CAM”, cioè in “Criteri Ambientali Minimi”; figura professionale attualmente molto richiesta nella progettazione di opere pubbliche finanziate con il PNRR e con i fondi della programmazione comunitaria 2021-2027.

Dopo gli interventi del presidente La Mendola e del presidente Carulli, hanno relazionato due esperti dell’Istituto Nazionale di Bioarchitettura: l’architetto Carla Calvino, responsabile didattica dei Corsi CAM, e il fisico Antonio De Domenico, esperto in CAM (Criteri Ambientali Minimi).

A chiusura dell’incontro sono state assegnate le deleghe ai componenti del direttivo: Salvo Scopelliti coordinatore provinciale, Vittorio Nocera consigliere tesoriere, Maria Martorana consigliere segretario, Raimondo Zambuto consigliere con delega agli Affari istituzionali, Alfonso Lazzaro consigliere con delega alla Formazione, Luisa Lo Faro consigliere con delega alla Progettazione sperimentale e Calogero Vella consigliere con delega alla Pianificazione ambientale

Condividi articolo:

spot_img

Block title

Aggressioni al personale sanitario

Il Presidente dell'Ordine dei Medici di Agrigento: "Individuare ogni possibile deterrente per far sì che episodi di questo tipo non abbiano a ripetersi"

Aragona, una mostra fotografica racconta il duro lavoro dei minatori

E' stata allestita nella sede della Camera del lavoro e sarà esposta il 23 febbraio

“Di sicuro partimmo da lì, da quel Liceo Empedocle che…”

Ricordi. "Come ci si conosce al liceo, non ci si conosce da nessun’altra parte.."

“Storie d’argilla – La bottega del giovane vasaio”

Canicattì, domenica 25 febbraio Laboratorio gratuito per ragazzi all'Antiquarium Vito Soldano