Fondato a Racalmuto nel 1980

Emma Perodi, gli ultimi vent’anni di vita della scrittrice toscana a Palermo

Dal 16 al 17 novembre, a Palazzo dei Normanni, il convegno “Emma Perodi Il periodo palermitano 1898-1918”

Il 16 al 17 novembre a Palermo, nella Sala Piersanti Mattarella di Palazzo dei Normanni, è in programma il convegno “Emma Perodi. Il periodo palermitano 1898-1918”, “dedicato agli ultimi vent’anni di vita della scrittrice toscana a Palermo”.

L’evento è organizzato dall’Associazione culturale Gruppo di Servizio per la Letteratura Giovanile, nel contesto dell’XI° edizione di Illustramente, festival dell’illustrazione e della letteratura per l’infanzia, con la partecipazione dell’ARS di Palermo.

“Il convegno, che segue ai due precedenti sulla scrittrice, svoltisi a Palermo nel 2019 ed a Roma nel 2021, intende approfondire – spiegano i promotori – la produzione letteraria e l’attività giornalistica di Emma Perodi durante il suo soggiorno in Sicilia, mettendo in luce i suoi rapporti con la cultura e la società dell’isola da l’etno antropologo Giuseppe Pitrè alla Famiglia Florio.

Emma Perodi è stata una giornalista e scrittrice italiana, autrice di romanzi, novelle e fiabe per l’infanzia... nota soprattutto per la sua opera principale “Le novelle della nonna”, pubblicata tra il 1892 e il 1893, una raccolta di racconti fantastici ambientati nel Casentino. Nel 1898 si trasferì a Palermo, dove lavorò per circa vent’anni pubblicando le sue opere presso la Casa editrice Salvatore Biondo. In questo periodo scrisse anche romanzi storici, come “Ce-fu” (dal diario di un marinaio italiano), ambientato durante la spedizione dei Mille, e tradusse opere di Goethe, Bulwer-Lytton e Bourget. Inoltre, dalla conoscenza del grande etnoantropologo Giuseppe Pitrè e dalla lettura delle sue Fiabe Siciliane, attinse materiale per la sua trilogia “Al tempo dei tempi, fiabe e leggende delle città, dei monti e del mare di Sicilia

“Il convegno – aggiungono i promotori – sarà anche l’occasione per proporre un gemellaggio culturale tra la Sicilia e la Toscana, due regioni unite dalla figura della scrittrice Emma Perodi. L’obiettivo è di promuovere scambi di scolaresche in visita ai luoghi che hanno ispirato le sue opere e di valorizzare il suo contributo alla letteratura italiana. A tal fine, verranno invitate le autorità siciliane e toscane, tra cui i sindaci, gli assessori alla cultura, i presidenti dei parchi letterari delle due regioni, le Proloco interessate e gli Istituti scolastici regionali della Sicilia e della Toscana. Verrà proposta anche l’intitolazione di una strada a Emma Perodi, in segno di riconoscimento e di omaggio alla sua memoria, con l’interessamento di Toponomastica femminile – Palermo”.

Il programma prevede relazioni di studiosi ed esperti, provenienti da Università italiane ed estere, tavole rotonde, letture e proiezioni.

Il Programma

Il convegno è aperto al pubblico ed è gratuito. E’ possibile prenotarsi sulla piattaforma EVENTBRITE

 

Condividi articolo:

spot_img

Block title

Storie che provengono dal Mediterraneo

La Giornata Mondiale del Rifugiato a Palma di Montechiaro

“La Sicilia di Rosa”

Il 23 giugno il Centro Studi di Cultura Siciliana e del Mediterraneo inaugura a Licata una mostra di dipinti dedicata a Rosa Balistreri

Quando agli Esami di Stato arrivava l’ora X

Rinunciavi magari a svuotare la vescica per dare più tempo a pescare senza occhi vigilanti i temi che pensavi potessero servire. Ed in quel momento la magia si faceva concretezza

“La voglia e il desiderio di sognare”

Concorso Letterario Nazionale "Raccontami, o musa". “Fabbricanti di sogni" il tema dell'ottava edizione. Il Bando