Fondato a Racalmuto nel 1980

Da tutta la Sicilia per ballare il Tango

Naro, capitale del barocco agrigentino, per una notte è diventata una città argentina sulle note del celebre ballo

Non siamo a Buenos Aires e neanche a Cordoba o Mendoza. Ci troviamo a Naro, capitale del barocco agrigentino, e che per una notte è diventata una città Argentina sulle note del tango.

Balli, musica e canzoni dal vivo con tangueri arrivati da varie località della Sicilia – da Agrigento, Favara, Porto Empedocle, Palma di Montechiaro, Licata, Gela, Caltanissetta, Enna, Palermo, Casteltermini, Racalmuto, Canicattì, Mazara del Vallo, Patti, Roma e anche dalla Germania – per una serata di tango argentino che ha coinvolto un pubblico numeroso, curioso e attento.

La  barocca piazza Garibaldi di Naro gremita, illuminata a festa, ha fatto da scenario alla manifestazione organizzata dall’AICS di Agrigento, presieduta da Giuseppe Petix.

“Ringrazio – dice Lorella Zarbo, dirigente provinciale Aics dipartimento arte e cultura- l’amministrazione comunale di Naro, guidata dal sindaco Mariagrazia Brandara, che ha fortemente voluto inserire nel cartellone dei festeggiamenti per San Calogero anche l’evento Naro in tango, l’assessore all’arte e spettacolo Angelo Scanio, i maestri Franco Cappello ed Emilia Marino della scuola di ballo Bailart Agrigento, che hanno coinvolto i maestri delle scuole di ballo da tutta la regione, facendoli ballare con la selezione musicale del maestro Francesco Cappello, la cantante lirica Agata Sardo, il musicista Fabio Navarino, l’associazione Piazza Garibaldi, gli sponsor Messina ristorazione, C/ Company e la casa di riposo Val Paradiso che hanno contribuito, ognuno per la propria parte, alla riuscita della magnifica manifestazione Naro in tango”.

Condividi articolo:

spot_img

Block title

“Come gestire le emergenze ostetriche”

E' il tema del convegno in programma ad Agrigento il 21 maggio

“Una Marina di Libri”, dal 6 al 9 giugno il Festival dell’Editoria Indipendente

Il 24 maggio al Parco Villa Filippina di Palermo la conferenza stampa di presentazione dell'edizione 2024. "Oltre i Confini" il tema di quest'anno

Mimmo e i miei ricordi rimasti in ombra per tanto tempo

Ho sempre avuto in animo di palesarli e l'articolo di Giancarlo Macaluso li ha riaccesi

“Io, Enzo Tortora, arrestato in nome del nulla, del puro delirio”

Il 18 maggio del 1988 moriva Enzo Tortora. Le lettere tra il noto personaggio televisivo e Leonardo Sciascia. La storia di Tortora è raccontata dalla figlia Gaia nel libro "Testa alta, e avanti", pubblicato da Mondadori nel 2023