Fondato a Racalmuto nel 1980

A Sciacca la Bandiera di Qualità delle Città dell’Olio

L’assessore alle Attività Produttive Francesco Dimino: “È un importante obiettivo raggiunto  che l’Amministrazione comunale ha perseguito fin dal primo momento”

Alberi di ulivi di Sciacca. Foto di Raimondo Monncada

A Sciacca la bandiera delle Città dell’Olio per le sue produzioni di qualità. A consegnarla al sindaco Fabio Termine sarà il segretario per la Sicilia dell’associazione nazionale Città dell’Olio Francesco Marino, nel corso di un evento frutto del patto di collaborazione tra il Comune di Sciacca e il Dipartimento di Scienze Agrarie, Ambientali e Forestali dell’Università di Palermo, stipulato lo scorso dicembre.

“È un importante obiettivo raggiunto – dice l’assessore alle Attività Produttive Francesco Dimino – che l’Amministrazione comunale ha perseguito fin dal primo momento. Premia le azioni messe in campo per dare il giusto riconoscimento a una città che ha una produzione estesa e di qualità. Possiamo e dobbiamo puntare sempre di più sull’olio come prodotto di pregio del nostro territorio e come elemento identitario di Sciacca. È un passo, di un percorso di valorizzazione, di crescita, di marketing e di sviluppo territoriale. Un ringraziamento alle istituzioni che stanno collaborando con il Comune di Sciacca e ai produttori saccensi per lo straordinario lavoro”.

L’occasione della consegna al sindaco di Sciacca della bandiera delle Città dell’Olio  sarà la presentazione dei risultati del progetto Olivenewtech al quale hanno lavorato le Università di Palermo e Perugia. Si svolgerà venerdì, 24 febbraio, con inizio alle ore 9 nell’auditorium dell’istituto Agrario Amato Vetrano. L’incontro avrà come tema conduttore “L’innovazione di processo nella filiera olivicola italiana volta al miglioramento della qualità dell’olio extravergine di oliva in relazione ai cambiamenti climatici”.

Interverranno il direttore del Dipartimento di Scienze Agrarie, Alimentari e Forestali dell’Università di Palermo Tiziano Caruso (parlerà delle forme di allevamento, dei modelli di impianto e meccanizzazione della raccolta e del valore delle cultivar nella nuova olivicoltura), e il direttore del Dipartimento di Scienze Agrarie, Alimentari e Ambientali dell’Università di Perugia Maurizio Servili (affronterà il tema delle innovazioni nel processo di estrazione degli oli di oliva in rapporto alla resa e alla qualità del prodotto. A moderare l’incontro sarà il coordinatore del corso di laurea in Viticoltura ed Enologia ndell’Università di Palermo Onofrio Corona. Al termine degli interventi, del dibattito e della consegna della bandiera delle Città dell’Olio, ci sarà la visita ai campi sperimentali del progetto Olivenewtech.

L’evento di venerdì vede tra i promotori il Comune di Sciacca, le Università di Palermo e Perugia, l’istituto Agrario Amato Vetrano e l’Associazione nazionale Città dell’Olio.

 

Condividi articolo:

spot_img

Block title

Quando agli Esami di Stato arrivava l’ora X

Rinunciavi magari a svuotare la vescica per dare più tempo a pescare senza occhi vigilanti i temi che pensavi potessero servire. Ed in quel momento la magia si faceva concretezza

Storie che provengono dal Mediterraneo

La Giornata Mondiale del Rifugiato a Palma di Montechiaro

“La voglia e il desiderio di sognare”

Concorso Letterario Nazionale "Raccontami, o musa". “Fabbricanti di sogni" il tema dell'ottava edizione. Il Bando

Racalmuto festeggia San Calogero

Domenica 23 giugno un'intera giornata sarà dedicata al "Santo nero" molto amato in tanti centri dell'agrigentino. La statua di San Calogero si venera da secoli nella chiesa di San Francesco