Fondato a Racalmuto nel 1980

Concorso “Uno, Nessuno e Centomila”

Consegnati i premi della settima edizione. Le scuole vincitrici

“Uno nessuno centomila”, l’intervento del sindaco di Agrigento Francesco Miccichè 

Si è conclusa ieri ad Agrigento con la cerimonia di consegna dei premi al Teatro Pirandello la settima edizione del Concorso “Uno, Nessuno e Centomila”.

Le scuole secondarie di 1° grado vincitrici sono l’Istituto Comprensivo “Giovanni XXIII” di Sava, provincia di Taranto, con “Skill cards e Le due verità”, classificato al primo posto; al secondo posto l’Istituto Italiano Omnicomprensivo di Atene, con “Ciaula scopre Persefone ad Eleusi”, al terzo l’lstituto Comprensivo “Galluppi Collodi Bevacqua” di Reggio Calabria con il video “Il turno”.

Il primo classificato degli istituti secondari di secondo grado, per la sezione drammaturgia è stato il Liceo artistico “Giacomo e Pio Manzù” di Bergamo con “La mano del malato povero”, al secondo posto il Liceo “Foscolo” di Roma con “Sette studenti in cerca di professore”, terzo il Lycée International de Saint-Germain-en-Laye-Sezione Italiana  con “Folle richiesta di attestato”. Primo per la sezione video il Liceo artistico del Preziosissimo Sangue di Monza con “Mondo di carta”. Secondo posto a “La fede non fede” dell’Istituto “Tommaso Fiore” di Modugno. Terzo “Nel dubbio” del Colegiul National George Baritiu di Cluj-Napoca.

Premiate per la scrittura teatrale, per la regia, la chiarezza del messaggio, la fotografia, il montaggio, per i contenuti o l’attualità anche altre scuole come l’IMI di Istanbul, il Liceo Teoretico “Dante Alighieri” di Bucarest, il liceo internazionale Montebello di Lille, il liceo “Veronese” di Chioggia, il liceo “Colletta” di Avellino, l’Istituto Comprensivo “Barnaba Bosco” di Ostuni, la scuola “Cafta” di Torrington, la Scuola “San Francesco di Assisi” di Caracas, l’Istituto “Bonaventura Secusio” di Caltagirone, l’Istituto Comprensivo “Frattini” di Leggiuno. Sette le scuole agrigentine premiate: il liceo “Empedocle”, il liceo “Leonardo”, il liceo “Politi”, l’Istituto “Gallo”, l’Istituto “Agrigento Centro”, l’I.I.S.S “Fermi” di Aragona, l’Istituto “Pirandello” di Bivona.

A porgere i saluti di Agrigento Capitale della Cultura 2025, il sindaco Francesco Miccichè e l’assessore alla Cultura Costantino Ciulla. A consegnare i premi, tra gli altri, il Consigliere d’Ambasciata capo ufficio V della Direzione Generale per la Diplomazia Pubblica e Culturale del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale Filippo Romano; il questore di Agrigento Tommaso Palumbo; per la prefettura di Agrigento, Eva Di Betta; per la Fondazione Teatro Luigi Pirandello, il direttore generale Salvo Prestia.

Presente l’intera Giuria presieduta dal professor Alfredo Sgroi, e composta da Giovanni de Leva, funzionario del Ministero degli Affari Esteri, Cinzia Terlizzi, giornalista Rai, Beniamino Biondi, scrittore, e le docenti Lia Sezzi e Giuseppina Parisi.

Sono intervenuti Valerio Di Miceli per l’Ufficio Scolastico Regionale – Ambito Territoriale di Agrigento, che ha portato i saluti di Antonio Diliberto, direttore generale per la Progettazione organizzativa del Ministero dell’Istruzione e del Merito, il vice presidente della Strada degli Scrittori, Gaetano Pendolino, Marco Longo, in rappresentanza di Coopculture.

La cerimonia è stata presentata da Stefania Renda e Davide Sardo. Apprezzato il momento artistico degli attori di Savatteri Produzioni con Andrea Vizzini, con coreografia di Giovanni Geraci.

Nei quattro giorni di attività e rappresentazioni i laboratori teatrali sono stati tenuti dall’attore e regista Giovanni Volpe, dal regista Marco Savatteri, direttore artistico della manifestazione e tra i fondatori dell’associazione che organizza il Concorso, e da Patrizia Aricò, formatrice teatrale del Centro di Formazione Danza e Teatro di Chioggia.

Gli studenti hanno vinto premi in ceramica firmati dal Maestro Domenico Boscia con un dipinto dal titolo “Behind the mask”, che ritrae Luigi Pirandello che indossa una maschera teatrale e un papillon con i tipici tratti intensi e brillanti dell’arte dei ceramisti siciliani. Inoltre, hanno vinto borse di studio per il Master di Scrittura organizzato dalla Strada degli Scrittori del valore di 600 euro – in presenza – per i premi del podio, e di 250 euro – in streaming- per i premi speciali. Il Ministero degli Affari Esteri ha consegnato attestati alle scuole italiane all’estero vincitrici.

Opera Behind the mask di Domenico Boscia

L’iniziativa è organizzata dall’Associazione “Uno Nessuno e Centomila”, presieduta dalla giornalista Anna Maria Scicolone, e promossa dal Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, dal Ministero dell’Istruzione e del Merito, in collaborazione con il Comune di Agrigento, la Fondazione Teatro Luigi Pirandello. È patrocinata dal Parco Archeologico della Valle dei Templi, dal Distretto Turistico “Valle dei Templi”, dalla Strada degli Scrittori e Coopculture.  La direzione organizzativa è affidata a Sabrina Spampinato, vice presidente e tra i fondatori dell’Associazione culturale.

L’edizione di quest’anno ha registrato la novità di un gemellaggio tra il Liceo Leonardo di Agrigento e il Liceo Internazionale di Saint Germain en Laye, e di un lavoro “Le sorprese della Scienza” presentato dal Liceo Manzù di Bergamo, che ha curato la stesura della drammaturgia, e dall’Istituto Comprensivo  Barnaba Bosco di Ostuni, che ha curato la rappresentazione e la realizzazione di un video. Entrambi i progetti sperimentali potranno essere replicati dai partecipanti alla prossima edizione. Per partecipare occorre seguire la pagina www.concorsounonessunoecentomila.it e attendere il nuovo bando di concorso che promuove la stesura di un testo teatrale o la realizzazione di un video ispirato a una delle novelle di Luigi Pirandello.

Condividi articolo:

spot_img

Block title

“Come gestire le emergenze ostetriche”

E' il tema del convegno in programma ad Agrigento il 21 maggio

“Una Marina di Libri”, dal 6 al 9 giugno il Festival dell’Editoria Indipendente

Il 24 maggio al Parco Villa Filippina di Palermo la conferenza stampa di presentazione dell'edizione 2024. "Oltre i Confini" il tema di quest'anno

Mimmo e i miei ricordi rimasti in ombra per tanto tempo

Ho sempre avuto in animo di palesarli e l'articolo di Giancarlo Macaluso li ha riaccesi

“Io, Enzo Tortora, arrestato in nome del nulla, del puro delirio”

Il 18 maggio del 1988 moriva Enzo Tortora. Le lettere tra il noto personaggio televisivo e Leonardo Sciascia. La storia di Tortora è raccontata dalla figlia Gaia nel libro "Testa alta, e avanti", pubblicato da Mondadori nel 2023