Fondato a Racalmuto nel 1980

Un emozionante omaggio alla lingua siciliana

Ieri a Crotte la cerimonia di consegna del Premio “Racalmare – Leonardo Sciascia” a Nino De Vita. Le foto

La consegna del premio a Nino De Vita (Foto MT)

Ieri a Grotte la cerimonia di consegna del Premio “Racalmare – Leonardo Sciascia“, alla carriera, al poeta e scrittore Nino De Vita.

Una edizione quella di quest’anno che, premiando De Vita, ha voluto anche essere un prezioso e importante omaggio alla lingua siciliana.

E quanto si è colto, da subito, nella conversazione tra De Vita, Gaetano Savatteri e Tiziana Crisafulli, nell’intervento di saluto del Prefetto di Agrigento Filippo Romano, del sindaco di Grotte Alfonso Provvidenza e negli apprezzatissimi momenti musicali di Mario Incudine. E, inoltre, negli interventi di Felice Cavallaro, direttore della Strada degli Scrittori, di Accursia Vitello e Salvatore Bellavia, componenti della giuria del premio, e dell’Assessore alla Cultura del Comune di Grotte Anna Todaro.

“Non sarebbe poeta se non fosse di Cutusio, la contrada tra Marsala e Trapani distesa in una delle zone più suggestive di Sicilia”, ha detto Gaetano Savatteri di Nino De Vita, e durante la cerimonia di consegna De Vita ha raccontato come è nata la sua passione per il dialetto della sua terra, ha anche raccontato il suo primo incontro con Leonardo Sciascia e la lunga amicizia che lo ha legato allo scrittore di Racalmuto.

“Questo è un premio che si fa a Grotte ed è una cosa molto diversa” ebbe a dire Leonardo Sciascia, notoriamente restio a partecipare alle giurie dei premi letterari, nella prima edizione del “Racalmare”, nel 1982, nella quale il premio fu assegnato a Matteo Collura“.

Ed è con queste parole, affidate alla voce di Ignazio Enrico Marchese, che si è aperta ieri la cerimonia di consegna, preceduta l’1 dicembre da un “Omaggio a Vincenzo Consolo”, a cura di Giuseppe Airò, e il 2 dicembre da un “Omaggio a Leonardo Sciascia”, primo presidente del Premio Racalmare, a cura di Salvatore Bellavia. 

Nino De Vita, accompagnato dalla moglie Giovanna, anche stamattina, prima di rientrare a Marsala, ha espresso commozione per questo ritorno al “Racalmare”, che lui ha frequentato negli anni in cui erano presenti, oltre a Sciascia, anche Vincenzo Consolo e Gesualdo Bufalino.

Guarda le foto

(Foto MT)

Condividi articolo:

spot_img

Block title

“Ecco come è nato il mio Libro”

Ad Ucria la presentazione del libro L’eretico don Paolo Miraglia di Carmelo Sciascia. L' intervento dell’Autore

“Mafia di Casa nostra”

Rassegna letteraria "Sùrfaro", le foto dell'incontro con gli scrittori Carmelo Sardo e Gaetano Savatter

“La mia Racalmuto come Pamplona”

Un'intervista a Leonardo Sciascia realizzata da Giuseppe Troisi e pubblicata dal "Giornale di Sicilia" il 6 luglio 1986.

Premio Karkison 2024, si preannuncia una edizione “di alto livello”

Carmelo Cantone, organizzatore del Premio: "Non è semplice il lavoro della Giuria, ma siamo convinti che il pubblico apprezzerà e condividerà le decisioni”