Fondato a Racalmuto nel 1980

“Oggi Giada è stata con noi”

Grotte, dedicato a Giada Pillitteri, l’alunna della scuola media prematuramente scomparsa lo scorso 24 maggio, il Torneo di Pallavolo del Roncalli svoltosi oggi.  

Se volessimo sintetizzare con un unico aggettivo il torneo di pallavolo di fine anno del “Roncalli”, potremmo certamente definirlo caldo, caldo in senso metaforico e letterale. Gli oltre trenta gradi all’ombra, che la colonnina di mercurio ha regalato alle squadre della scuola secondaria di primo grado, che si sono contese il titolo per l’intera mattinata sul campo di pallavolo della struttura polivalente “Francesca Morvillo” di Grotte, possiamo, senza ombra di dubbio, definirli molto caldi. Calde e coinvolgenti erano le tifoserie, organizzate per corso di appartenenza, che dagli spalti con cori e striscioni sostenevano le squadre di volta in volta chiamate a contendersi i set. Caldo l’abbraccio e le lacrime che tutti i presenti hanno rivolto a Giada, la piccola prematuramente scomparsa a cui è stato dedicato il torneo.

L’idea di organizzare un torneo di pallavolo nata dal bisogno di premiare i ragazzi per l’impegno, la passione e la motivazione mostrata durante le attività di educazione motoria, ha preso forma durante il mese di maggio, il mese in cui ci ha lasciati Giada.

I nostri studenti – spiega Eduardo Di Fazio, docente di Educazione fisica–  quest’anno per via delle restrizioni Covid e soprattutto per l’assenza di una palestra coperta hanno potuto fare pochissima ginnastica. Con il mio arrivo, lo scorso 21 marzo, sostenuti dall’arrivo della primavera, abbiamo svolto le nostre lezioni all’aperto. Inutile dire quanto i ragazzi abbiano gradito, lasciandosi coinvolgere in tutte le attività proposte. La loro collaborazione è stata fondamentale e dunque quale modo migliore se non un torneo di pallavolo per premiare il loro impegno e renderli allo stesso tempo protagonisti”.

A contendersi il podio nel torneo di pallavolo, organizzato dall’istituto comprensivo Roncalli con il patrocinio del Comune di Grotte, i ragazzi delle seconde e terze classi della scuola secondaria di primo grado, dei plessi “Orlando” e “Da Vinci”, suddivisi in tre squadre organizzate per corso. Il primo incontro ha visto in campo gli studenti della squadra A contro quelli della squadra C. A passare il turno è stata la squadra del corso C, che su tre set se ne è aggiudica due. Il Secondo incontro, la finale, ha visto scendere in campo gli studenti della squadra C contro quelli della squadra B. Ad aggiudicarsi il torneo con due set su tre, la squadra C.

Studenti, docenti e dirigente scolastico del “Roncalli” hanno fortemente voluto dedicare il torneo alla piccola Giada, che insieme ai suoi compagni di classe si era lasciata coinvolgere nelle attività motorie, diventando protagonista nelle attività proposte e parte attiva della squadra.

“In questo breve, ma intenso, percorso, – continua Eduardo Di Fazio– ho cercato di coinvolgere tutti i ragazzi, soprattutto quelli che avevano maggiore difficoltà ad inserirsi. Ognuno di loro ha avuto un ruolo, chi in campo, chi a bordo campo. Anche Giada, come i suoi compagni, oggi avrebbe dovuto indossare la maglietta della sua squadra, scendere in campo e giocare con i suoi compagni. Oggi Giada, anche se non fisicamente presente, è stata con noi”.

Una giornata di sport, di competizioni, di vittorie e di sconfitte, sempre all’insegna del sano divertimento, nel rispetto delle regole e dei compagni di squadra.

“Oggi non si celebra soltanto un torneo di pallavolo, – dichiara Antonina Ausilia Uttilla, dirigente scolastico – si celebra la prima edizione di un torneo che da quest’anno sarà intitolato ad una nostra alunna. Io preferirei ricordarla ancora così, come nostra alunna. Preferirei immaginarla ancora tra di noi. E sebbene Giada Pillitteri non è più fisicamente con noi, in questo momento, lo è sicuramente con il cuore. La sua essenza ci spinge a condividere con lei questa grandissima festa”.

A fine torneo, a proclamare la squadra vincitrice, c’erano anche i genitori di Giada, mamma Antonella e papà Vincenzo.

 “Tutti avremmo preferito avere Giada con noi, – dice Alfonso Provvidenza, sindaco di Grotte, rivolgendosi ai due genitori- purtroppo non è così. Tuttavia, nella tristezza del momento, volevo ringraziarvi per tutto quello che avete fatto per la vostra bambina. Avete regalato a Giada degli anni meravigliosi, circondata da tanto affetto, amore, opportunità e cure. Grazie di cuore”.

Tra la commozione dei presenti, Antonella, la mamma di Giada conclude: “Per Giada faremmo qualunque cosa”.

Alla cerimonia di premiazione erano presenti don Don Rosario Bellavia – Vicario Parrocchiale dell’Unità Pastorale di Grotte; Maria Rita Grassagliata – assessore alla pubblica istruzione di Comitini; Alessandra Marsala – assessore alla pubblica istruzione di Grotte; Antonio Morreale – assessore all’ambiente; Maria Concetta D’Aleo – vicepresidente del consiglio di istituto.

 

 

 

 

 

Condividi articolo:

spot_img

Block title

Premio Karkison 2024, si preannuncia una edizione “di alto livello”

Carmelo Cantone, organizzatore del Premio: "Non è semplice il lavoro della Giuria, ma siamo convinti che il pubblico apprezzerà e condividerà le decisioni”

“Fammi sapere che film si proietta questa sera” 

Leonardo Sciascia e Giuseppe Tulumello, storia di una passione e di un’amicizia

Teatro dell’Efebo, gli spettacoli in programma al Giardino Botanico

Due le rassegne: Teatro classico e del mito, dal 21 luglio al 2 agosto, e Teatro d'autore e musica, dal 3 agosto all'8 settembre

“Pirandello di sbieco”. A Le Fabbriche la presentazione del saggio di Salvatore Ferlita

Agrigento, la presentazione è in programma nell'ambito dell'iniziativa "le Fabbriche Fest"