“Una missione esemplare di dedizione alla formazione e alla solidarietà”

|




Racalmuto, alla Fondazione Sciascia la cerimonia di consegna del “Premio Solidarietas 2018”. Tutti i premiati “Hanno contribuito e contribuiscono a creare una società più solidale e vivibile”. Foto di Lillo Conte.

Tutti i premiati

A Racalmuto si è svolta  alla Fondazione Leonardo Sciascia la cerimonia di consegna del “Premio Nazionale Solidarietas 2018”, organizzato dal Movimento Cristiano Lavoratori di Agrigento, con il patrocinio della Fondazione Sciascia.

Il premio è stato conferito ad Operatori della Formazione e della Solidarietà “che con le loro azioni hanno contribuito e contribuiscono a creare una società più solidale e più vivibile”.

I premiati di questa edizione sono stati: Francesco Lomanto, Preside della Facoltà Teologica di Sicilia; Nello Musumeci, Presidente della Regione Siciliana; Lorenzo Ornaghi, Accademico e già Rettore dell’Università Cattolica di Milano; Franz Pagot, Scrittore, Giornalista e Direttore di Fotografia; Tommaso Parrinello, Fisico, Dirigente Agenzia Spaziale Europea; Francesco Pira, Sociologo e Docente Universitario; Anna Maria Sermenghi, Dirigente Scolastico; Giovanni Tesè, Avvocato e Docente di Discipline Economiche e Giuridiche; Antonino Stagliano, Vescovo della diocesi di Noto; Giovanbattista Tona, Magistrato; Casa Editrice Salvatore Sciascia.

Il pubblico

Il premio consiste in un medaglione di bronzo, dell’artista Giuseppe Agnello titolare della cattedra di scultura all’Accademia delle Belli arti di Palermo, che reca l’effigia dello scomparso Vescovo di Monreale, monsignor Cataldo Naro

Aprendo la manifestazione, il Presidente del Movimento Cristiano Lavoratori di Agrigento, Enzo Sardo,  ha voluto sottolineare qual è il concetto di formazione che ispira il Premio Solidarietas. “La formazione che riguarda il nostro premio ha detto –  non attiene a quel tipo di apprendimento e di sapere che serve solo ed esclusivamente per raggiungere obiettivi economici, egoistici, qualunquistici, di parte o di casta, ma parliamo di quel tipo di formazione che viaggia verso la solidarietà, cioè che guarda il raggiungimento del bene individuale o di gruppo incastonato nella dimensione del bene comune per formare una società più solidale ed equilibrata”.

Il pubblico

A seguire Decio Terrana, componente dell’esecutivo nazionale del Movimento ha voluto soffermarsi su Mons. Cataldo Naro, ricordandone “il profilo spirituale, il fecondo ministero pastorale, l’impegno sociale e culturale” e anticipando che dalle prossime edizioni il premio sarà chiamato “Premio Solidarietas Mons. Cataldo Naro”.

Sul valore della solidarietà e sull’impegno che ogni istituzione deve mettere in campo per solidificarne la consapevolezza in ogni cittadino si è anche soffermato il sindaco di Racalmuto Emilio Messana nel portare il suo saluto a nome di tutta la città e della Fondazione Sciascia della quale è il Presidente del Consiglio di Amministrazione.

Da sinistra: Nicoletta Capodici, Alice Pasaro, Egidio Terrana, Lillo Bellomo

Quindi la cerimonia di consegna dei premi condotta da Egidio Terrana e Nicoletta Capodici. Molto apprezzati e applauditi gli interventi artistici di Alice Pasaro e Lillo Bellomo.

I Premiati e le motivazioni

Francesco Lomanto

Francesco Lomanto

Don Francesco Lomanto, sacerdote amabile ed affettuoso; professore cordiale ed erudito, con la sua preparazione di altissimo profilo spirituale e culturale ha insegnato per diversi decenni, Storia della Chiesa, nell’Istituto Teologico di Caltanissetta e presso la Facoltà Teologica della Sicilia, della quale è diventato preside in data 13 giugno 2015. Ha svolto la sua missione di sacerdote e formatore con la massima gentilezza e la necessaria attenzione formando centinaia di giovani e di sacerdoti. Il premio è stato consegnato dal sindaco di Racalmuto Emilio Messana

Lorenzo Ornaghi

Lorenzo Ornaghi

Lorenzo Ornaghi professore di Storia delle Dottrine Politiche presso l’Università Cattolica di Milano ha svolto il suo insegnamento con adeguata cordialità e illuminata professionalità, rimanendo nella memoria di migliaia di giovani studenti per il suo metodo di insegnamento semplice ed immediato. Dopo diversi anni di Prorettore, con incarico alle relazioni internazionali, nel novembre del 2002 è stato eletto Rettore dell’Università fino al 17 settembre del 2012, distinguendosi per la sua dotta preparazione, rettitudine e l’attenzione verso il programma formativo degli studenti. Il premio è stato consegnato dall’assessore regionale all’Energia Alberto Pierobon.

Franz Pagot

Franz Pagot

Franz Pagot, scrittore, giornalista e direttore di fotografia, dopo aver lavorato per diversi anni nel cinema, si è trasferito a Londra, dove ha svolto il ruolo di direttore della fotografia in film di grande successo. Occasionalmente insegna in varie scuole e Università ed è uno speaker sulla comunicazione molto richiesto in tutto il mondo. Ha pubblicato diversi libri, l’ultimo porta il titolo La politica italiana spiegata ai miei figli. Il libro è uno strumento utilissimo per coinvolgere, interessare e appassionare i ragazzi alla vita sociale per renderli attori e non spettatori. Il premio è stato consegnato dal presidente del MCL Agrigento Enzo Sardo

Tommaso Parrinello

Tommaso Parrinello

Tommaso Parrinello è dirigente dell’Agenzia Spaziale Europea e responsabile della missione scientifica CryoSat. Con le ultime misurazioni satellitari ha dato un contributo notevole per comprendere gli effetti del riscaldamento terrestre sui cambiamenti climatici, di cui Parrinello è uno dei massimi esperti europei. Laureato in astrofisica a Pavia, ha conseguito il dottorato di ricerca in telerilevamento satellitare nel Regno Unito. Per l’Agenzia Spaziale svolge anche una intensa attività di divulgazione scientifica soprattutto presso le scuole di ogni ordine e grado. E’ relatore di conferenze internazionali e collabora con diverse iniziative scientifiche europee. Il premio è stato consegnato dall’Amministratore delegato dell’aeroporto di Palermo Giuseppe Mistretta.

Francesco Pira

Francesco Pira

Francesco Pira, sociologo molto attento ai fenomeni sociali, da diversi anni, con grande professionalità, ha iniziato una vera e propria lotta al fenomeno del Cyberbullismo per il quale ha tenuto conferenze, svolto docenze in corsi di formazione per insegnanti e genitori,  ha fatto numerosi incontri con gli studenti delle scuole di ogni ordine e grado. Ha firmato articoli scientifici per importanti riviste,  rilasciato interviste televisive, radiofoniche e sulla carta stampata per promuovere un uso consapevole delle nuove tecnologie ed in particolare dei social network. Il premio è stato consegnato dal segretario nazionale del MCL Tonino Inghingoli.

Anna Maria Sermenghi

Anna Maria Sermenghi

Anna Maria Sermenghi, donna sapiente,  raffinata e determinata, professoressa illuminata, ha svolto e svolge la sua missione, di formatore come Dirigente Scolastico, nel prestigioso Liceo Empedocle di Agrigento, con sobrietà, eleganza, fermezza ed adeguatezza riuscendo ad inculcare, in migliaia di studenti che si sono succeduti nel tempo, il senso del dovere, della rettitudine e della preparazione, caratteristiche che hanno formato tanti uomini illustri che si sono distinti nelle varie discipline del sapere umano. Il premio è stato consegnato dal presidente del MCL Agrigento Enzo Sardo.

Antonio Staglianò

Antonio Staglianò

Antonio Staglianò Vescovo della diocesi di noto, Teologo dotato di notevole cultura, docente in varie Facoltà Teologiche, Consulente della Conferenza Episcopale Italiana per il Progetto Culturale, con le sue straordinarie omelie, il suo apostolato e le sue opere pregiate, riesce a diffondere la dottrina della Chiesa anche ai giovani con un linguaggio moderno, diretto, aperto e coinvolgente, utilizzando anche le canzone della musica leggera più in voga. Con questo stile definito Pop teology riesce a coinvolgere e formare migliaia di giovani che riescono ad apprendere il cristianesimo con il loro linguaggio. Il premio è stato consegnato dall’Eurodeputato Lorenzo Cesa.

Giovanni Tesè

Giovanni Tesè

Giovanni Tesè, uomo colto, intellettuale raffinato e attento al nuovo, esercita la libera professione di avvocato con competenza e amorevole umanità. È docente di discipline giuridiche ed economiche, missione che svolge con amore, responsabilità e generosità. È rilevante il suo impegno per far fronte alle problematiche sociali e giovanili e per la difesa dei principi e dei valori consacrati nella nostra Costituzione. Con la sua guida e la sua testimonianza ha contribuito alla formazione umana, culturale e sociale di diverse generazioni di giovani che gli sono rimasti legati con stima, gratitudine e affetto. Il premio è stato consegnato dal Deputato regionale Vincenzo Figuccia.

Nello Musumeci

Sebastiano Tusa Ritira il premio per Nello Musumeci

Nello Musumeci uomo corretto, leale e determinato, politico garbato e attento ai fenomeni sociali e culturali. Da Presidente della Provincia di Catania ha dato vita – al Museo Storico dello Sbarco degli angloamericani avvenuto in Sicilia nel 1943 – al fine di fornire alle nuove generazioni un quadro completo di quello che può accadere in caso di guerra, quindi fornire alle nuove generazioni il concetto di pace, libertà e democrazia. Da Presidente della Regione è stato molto attento e sensibile alla tematiche attinenti la formazione professionale. Il premio è stato ritirato dall’Assessore regionale ai Beni Culturali Sebastiano Tusa e consegnato dall’Eurodeputato Lorenzo Cesa.

Giovanbattista Tona

Giovanbattista Tona

Giovanbattista Tona, uomo garbato e giudice colto e responsabile, esercita la sua professione nel distretto della Corte d’appello di Caltanissetta, con molta serietà e la giusta professionalità. Negli ultimi anni ha svolto  una preziosa attività di formatore delle coscienze degli alunni delle scuole di ogni ordine e grado attraverso la sua partecipazione in tantissimi eventi organizzati dalle istituzioni scolastiche al fine di diffondere sempre di più i valori di libertà, democrazia e legalità, con l’obiettivo di creare una barriera morale, robusta e diffusa, contro ogni forma di violenza. Il premio è stato consegnato dal Presidente emerito della Corte d’Appello di Caltanissetta Salvatore Cardinale.

Casa Editrice Salvatore Sciascia

Giuseppe Sciascia

La Casa Editrice Salvatore Sciascia, nata nel lontano 1946, a Caltanissetta, subito dopo gli anni della grande guerra, ha contribuito notevolmente alla nascita e crescita di una nuova cultura libera e democratica attraverso la pubblicazione di volumi dei letterati più prestigiosi di quel periodo storico. Tra tutti ricordiamo il volume di Philip Cordaro sulla vita di Kennedy, per il quale l’editore e l’autore sono stati ricevuti nella Casa Bianca dal Presidente degli Stati Uniti d’America John Fitzgerald Kennedy il 5 giugno 1961. Tale attività continua in modo elegante selezionando opere di rilievo sociale di altissimo livello. Il premio è stato consegnato da Decio Terrana dell’Esecutivo Nazionale del MCL.

FOTO DI LILLO CONTE PER RIFLESSI PHOTOS

Altri articoli della stessa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *