“Un verdetto che conferma il momento di grazia delle letteratura italiana contemporanea delle donne”

|




Premio Racalmare Sciascia. Il commento del presidente Salvatore Ferlita. Il racconto delle due serate nelle foto di Angelo Pitrone

Un momento della premiazione

Con la cerimonia di consegna, svoltasi ieri nell’atrio del Palazzo Comunale, si è conclusa a Grotte la XXX edizione del Premio “Racalmare – Sciascia”.

Le due giurie, quella tecnica e quella popolare, hanno decretato vincitori ex aequo Cristina Cassar Scalia, con il libro “Sabbia nera” (Einaudi), e Evelina Santangelo, con il libro “Da un altro mondo” (Einaudi), distaccando di appena tre voti l’altro autore finalista: Roberto Alajmo, con il libro “L’estate del 1978” (Sellerio). Quello di Cassar Scalia e Santangelo è in assoluto il primo ex aequo nella storia del premio.

“Il verdetto finale – commenta il presidente del Racalmare Sciascia Salvatore Ferlita – conferma il momento di grazia che sta attraversando la letteratura italiana contemporanea delle donne. C’è chi parla di un effetto Elena Ferrante, di una sorta di onda lunga. La verità è che le nostre narratrici sono veramente attrezzate, armate sino ai denti: da un po’ di tempo i loro romanzi vengono tradotti, danno vita a serie o a film, se ne parla sui giornali con attenzione e curiosità. Non dimentichiamo che alle spalle di queste scrittici ci stanno numi tutelari come Anna Maria Ortese, Elsa Morante, Natalia Ginzburg”.

“Va aggiunto poi – continua Ferlita – che lo scarto minimo tra la Santangelo e la Cassar Scalia da una parte e Roberto Alajmo dall’altra sta a significare che i tre libri in questione hanno unitamente incrociato il favore della giuria tecnica e popolare, a conferma della tempra della terna degli scrittori finalisti”.

Nel corso della serata, aperta dagli interventi del sindaco di Grotte Alfonso Provvidenza e del presidente del Consiglio comunale Angelo Carlisi, è stato anche assegnato il premio speciale a Salvatore Silvano Nigro per il libro “La funesta docilità”, ed è stato reso omaggio a Leonardo Sciascia, nel trentennale della morte, con un intervento del giornalista del Corriere della sera e direttore della Strada degli scrittori Felice Cavallaro.

La cerimonia di consegna del premio è stata preceduta, sabato sera, dall’incontro del presidente del premio con i tre autori finalisti. Una conversazione di grande interesse culturale, piacevole, nella quale, oltre al racconto dei libri, hanno anche trovato spazio alcuni segmenti della loro vita personale.

Sabato la serata è iniziata con l’omaggio ad Andrea Camilleri, il grande scrittore siciliano recentemente scomparso, il quale, tra l’altro, nel 2003 è stato insignito del premio Racalmare alla carriera. A dare voce ad alcune pagine delle opere di Camilleri l’attore Raimondo Moncada.

Le due serate del premio sono state coordinate da Salvatore Picone. Il coordinamento audio video è stato curato da Riccardo Liotta e il suo staf.

Nel nostro fotomontaggio Leonardo Sciascia e le copertine dei libri finalisti

La giuria tecnica, che ha scelto la terna dei finalisti, è composta da Giuseppe Airò, Anna Maria Apa, Mimmo Butera, Linda Criminisi, Dina Cutaia, Alessandra Marsala, Francesco Pillitteri, Daniela Spalanca, Giovanni Taglialavoro, Accursia Vitello, Giovanna Zaffuto Mariangela Terrana, segretaria; la giuria popolare da Elisa Barbera, Santina Burgio, Giuseppina Buscema, Francesca Cacciatore, Antonino Causi, Antonella Cipolla, Laura Collura, Angelo Costanza, Evelyna Di Maggio, Gaetana Garifi, Jessica Grisafi, Adriana Infantino, Simone Infantino, Salvatore Milano, Giovanna Morreale, Calogero Picone, Concetta Pillitteri, Giuseppina Maria Provvidenza, Angela Puglisi, Giuseppa Rivituso, Serena Sanzo, Salvatore Seggio, Vincenzo Spitali, Vincenzo Vitello, Angela Maria Zaffuto, Enza Maria Zarbo.

IL RACCONTO DELLE DUE SERATE NELLE FOTO DI ANGELO PITRONE 

Guarda FOTO GALLERY 

Questo slideshow richiede JavaScript.

Altri articoli della stessa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *