Un sogno ad occhi aperti

di | 10 Set 21

Casa Sciascia è destinata a diventare chiaramente una splendida realtà per turisti e appassionati

Giovanni Salvo e Pippo Di Falco

Come la natura, che fa serenamente il suo corso, così Casa Sciascia è destinata a diventare chiaramente una splendida realtà per turisti e appassionati.

Spontanea, come una bellezza naturale, suscita ai visitatori emozioni e sentimenti positivi di speranza.

Si, perché tutto è accaduto in modo genuino e sincero.

Dopo anni ed anni di tentativi, sforzi economici, architetti di fama, studiosi e insigni, tutti in fila per far partire la Fondazione dedicata allo scrittore delle Parrocchie di Regalpetra; mentre ci si arrovellava tanto, con “poco” Sciascia ha una nuova nicchia dove poter essere ricordato e promosso.

Pippo  Di Falco a “mani nude”, aiutato da un gruppo di appassionati, Gigi Restivo, Totò Picone,  Lillo Sardo, Ignazio Marchese, Carmelo Collura, Pietro Tulumello etc etc, è riuscito in quello che i racalmutesi speravano da tempo.

Si perché il progetto “Casa Sciascia”,  un netto esempio di protagonismo civico, rappresenta tutta la sobrietà e la semplicità che lo scrittore di Racalmuto amava, e che ci avrebbe dovuto tramandare.

L’iniziativa, appoggiata dall’omonima associazione, nasce con  naturalezza, in modo adamantino, grazie ad un mix di passione e generositaà.

Un impegno che ha fatto diventare il luogo dove Sciascia visse molti anni, dopo il suo matrimonio, un posto magico.

Un disegno semplice, come le acque tinte che lo scrittore apprezzava, ma nello stesso tempo ambizioso, e ciò fa onore al suo padron Di Falco, per averlo pensato e saputo realizzare.

Mentre tutti guardavano il dito puntato sulla vecchia centrale elettrica, sede della Fondazione Sciascia, Di Falco indicava la luna.

Un nuovo pianeta luminoso sul quale oggi orgogliosamente sono allunati in tanti.

Grazie ai concittadini di Hamilton la struttura oggi è stata restaurata e tutto comincia a risplendere con più forza.

Dunque la letterata casa degli Zii di Sicilia di via largo Monte a Racalmuto, luccicante come una candida luna, si presenta pronta a schiarire un cielo già stellato di suo.

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli

Cerca nell’archivio

Archivi


Facebook