“Tutela del consumatore”. Banca d’Italia e “Kore” a Grotte

|




Il 7 ottobre un Convegno che ha come importante obiettivo la promozione dell’ “Educazione finanziaria”

provvidenza-m

“L’educazione finanziaria e la tutela del consumatore”, è questa il tema del convegno, promosso e organizzato dall’Università degli Studi di Enna Kore, con l’importante partecipazione di Banca d’Italia e con il patrocinio del Comune di Grotte, che si svolgerà a Grotte il prossimo 7 ottobre all’Auditorium San Nicola, a partire dalle ore 15.

Uno degli aspetti dell’importante iniziativa è senz’altro rappresentato dal coinvolgimento della scuola. Nella mattinata del 7 ottobre è, infatti, previsto un incontro con gli studenti dell’Istituto Comprensivo “Roncalli” di Grotte nel corso del quale il Dott. Antonino Genchi, di Banca d’Italia, illustrerà ai ragazzi le caratteristiche di sicurezza delle banconote, soffermandosi  sul valore dell’uso consapevole del denaro.

Nel pomeriggio, dopo il saluto del sindaco di Grotte Paolino Fantauzzo, sarà il Prof. Alfonso Provvidenza, docente dell’Università Kore, ad introdurre il convegno, che prevede gli interventi dei Professori Vincenzo Fasone e Vincenzo Marinello, dell’Università Kore, e della Dott.ssa Giovanna Vanella, di Banca d’Italia.

Abbiamo chiesto ad Prof. Provvidenza, promotore e organizzatore dell’evento, di illustrarci come e con quale obiettivi nasce l’idea del convegno.

Alfonso Provvidenza

Alfonso Provvidenza

“Il tessuto socio-economico del nostro Paese-spiega Provvidenza– è caratterizzato da un insoddisfacente livello di cultura finanziaria sotto diversi aspetti. L’insufficiente comprensione del reale funzionamento dei prodotti bancari e finanziari, l’uso non consapevole del denaro e la scarsa conoscenza degli strumenti a sostegno delle famiglie e delle imprese con difficoltà di accesso al credito, e quindi a rischio usura, rappresentano la manifestazione più evidente del crescente fabbisogno di educazione finanziaria”.

“Investire nell’educazione finanziaria-sottolinea Provvidenza- significa investire nel futuro del Paese e gli elementi fondanti di tale progetto educativo sono l’uso consapevole del denaro e la legalità. L’obiettivo dell’evento è pertanto quello di sostenere la diffusione dell’educazione finanziaria per contribuire al benessere della società civile”.

Il Prof. Provvidenza  sottolinea, inoltre, che “contiene un forte messaggio educativo” l’incontro all’Istituto Comprensivo “Angelo Roncalli” rivolto, fondamentale per le giovani generazioni, diretto alla creazione di un radicato senso di comprensione dell’uso consapevole e responsabile del proprio denaro fin dalla gioventù”.

Tra i temi che saranno affrontati nel pomeriggio: il credito in Sicilia, la vulnerabilità finanziaria delle famiglie, e la tutela del consumatore, con particolare riferimento al ruolo dell’Arbitro bancario.

provvidenza

Altri articoli della stessa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *