Trasi lu vermi silenziusu

da | 28 Dic 21

Le poesie di Giovanni Salvo

Giovanni Salvo

A TUTTI TOCCA

Trasi lu vermi silenziusu

nun si ferma  trova lu pirtusu

Lentu si spargi tra la genti

nuddru sparagna mancu un sulu Continenti

‘Nsidiusu nunustanti lu vaccinu

lestu s’allarga si tocchi  lu vicinu

Silenti diavulu di li nostri jorna

pari ca nni’ lassa e lestu iddru poi ritorna

La scienza grida ca lu vidi tarlu

dividi l’uomini ppi’ comu cuntrastarlu

‘Nzipitu mali ca metti a la catina

anchi cu fidi havi nni’ la midicina

Misi a tutti  quanti a mani junti

prigari n’arresta a la fini di li cunti

Stu granni munnu chi pariva di rocca

vasta’ nna’ vriccia e ora a tutti tocca.

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Archivi


Facebook


Articoli Recenti: Malgrado Tutto Web

Ai nostri lettori

Ai nostri lettori

Ristrutturazione del sito. Da oggi, 4 agosto, sospendiamo la pubblicazione di nuovi articoli, la riprenderemo quando l’intervento di restyling sarà definitivamente completato

L’Estate di Regalpetra

L’Estate di Regalpetra

Racalmuto, le iniziative culturali organizzate dalla Fondazione Sciascia con il patrocinio del Comune

Ester Rizzo racconta le 21 Madri Costituenti

Ester Rizzo racconta le 21 Madri Costituenti

Bianca Bianchi ed Elettra Pollastrini

«La cecità mi ha risvegliato l’amore per la scrittura»

«La cecità mi ha risvegliato l’amore per la scrittura»

Benito Cacciato, dopo trent’anni dall’ultimo libro, pubblica il suo nuovo romanzo “Iaco”, uno spaccato della Sicilia dell’entroterra tra gli anni ‘70 e ‘80. «Non ci vedo più, ma la memoria mi si è fatta sottile e precisa»

“Mimosa d’oro”. Tutte le premiate

“Mimosa d’oro”. Tutte le premiate

Ieri la cerimonia di consegna al Tempio di Giunone