Tra i fantasmi di un’umanità perduta

di | 15 Ott 21

“Agrigento a luci rosse”. Domenica 17 ottobre terzo appuntamento con le “Passeggiate di Immagina”

Terzo appuntamento della stagione ad Agrigento con “Le Passeggiate di Immagina.

Domenica 17 ottobre alle 16.00 un percorso guidato da Beniamino Biondi, che della città conosce bene la storia e le vicende umane, alla scoperta di “Agrigento a Luci Rosse”, cioè delle tracce di architettura e delle risonanze di un passato rimosso che riguarda due interi quartieri.

Intanto le porte della città, che insistono sulla rete urbana o giacciono nascoste agli angoli dei palazzoni, e poi l’intrico di strade intorno alla via Orfane, centro del racconto del vecchio quartiere ebraico, fra cronaca culturale e rievocazioni dell’antica sinagoga, passando nel “ghetto” di via Sferri e arrivando al limite del quartiere arabo.

Infine tutta l’area intorno a via Vallicaldi e via Boccerie; botteghe ebraiche con il privilegio della macellazione della carne, nei tempi antichi, come una sorta di vucciria girgentana, e bassi adibiti a case di piacere, raccontando la storia e l’esodo delle prostitute dal vecchio casino di Palazzo Tommasi alle stamberghe oscure di via Gallo, tra i fantasmi di un’umanità perduta.

Durante la passeggiata verrà offerta una piccola degustazione a base di latte di mandorla e pasticcino della domenica presso il Caffè Concordia della famiglia Saito in piazza Pirandello Agrigento

_________________________________.

Per info e prenotazioni: https://bit.ly/3FFAQQp

 

.

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli

Cerca nell’archivio

Archivi


  • “Istruire le nuove generazioni per una società multietnica”
    HAMILTON IN LINEA Si conclude con quest'articolo il racconto della vicenda legata alle ingiustizie subite dagli Italo-Canadesi durante la seconda guerra mondiale. Le scuse del Governo Italiano e i ringraziamenti delle famiglie di chi ha vissuto l'incubo della reclusione. La storia di Giovanni Travale e Vincenzo Lo Cicero […]

Facebook