Stella Castiglione, la sua memoria non può andare perduta

|




La proposta di Malgrado tutto. Il Comune di Grotte le intitoli l’auditorium della Piazzetta San Nicola. Fu una indiscussa protagonista della storia politica e della vita culturale di Grotte degli anni ’80 e ’90

Stella Castiglione

Sono già trascorsi 17 anni dalla prematura scomparsa di Stella Castiglione, avvenuta il 15 febbraio del 2002, e riteniamo che sia giunto il momento che il Comune di Grotte ne recuperi il ricordo. “Non solo perchè – come ebbe a scrivere su questo giornale due anni fa Armando Caltagirone – Stella Castiglione, Architetto e docente di Storia dell’Arte, sia stata l’unico sindaco donna della storia di Grotte, ma, soprattutto, per il suo carattere fermo e deciso, non disgiunto da una carica umanitaria tanto silenziosa quanto incisiva e da un amore reale e sincero per l’arte, abilmente trasfuso nella sua azione amministrativa”.

“Grotte, Arte e Cultura”, fu il progetto sul quale Stella, nel breve periodo della sua sindacatura, primi anni ’80,  puntò con grande determinazione. L’iniziativa dei mini murales, collocati nel suggestivo Calvario di Grotte, fu sicuramente il fiore all’occhiello di quel progetto, che vide impegnati alcuni tra i più grandi pittori siciliani raccontare attraverso le loro opere le 14 stazioni della Via Crucis, creando un itinerario di raffinata narrazione artistica dove “la Passione di Cristo – commentò l’allora Vescovo della Diocesi di Agrigento Luigi Bommarito – diventa passione dell’umanità che cammina soffrendo e sperando verso la meta della resurrezione”.

La scelta del Calvario come primo traguardo del progetto di Stella Castiglione non fu sicuramente casuale. I Grottesi sono, infatti, profondamente legati a questo luogo, che da molti visitatori viene ancora oggi considerato uno dei calvari più suggestivi e più belli della Sicilia. E bisogna sottolineare che nei giorni in cui si rinnovano i riti della Settimana Santa il Calvario di Grotte accentua la sua centralità grazie anche ai mini murales, che portano la firma di grandi pittori siciliani, i quali, è giusto sottolinearlo, non pretesero alcun compenso per realizzarli. E anche da questo particolare si può dedurre quanto alta fosse la stima verso Stella Castiglione negli ambienti culturali siciliani.

Un amore per la cultura e per l’arte a tutto tondo il suo, che la caratterizzava anche nella sua attività di docente, che la vide ideatrice di molti progetti scolastici di grande portata innovativa.

Stella Castiglione amava profondamente il suo paese e ha lasciato testimonianza visibile di questo affetto, ed è stata anche una indiscussa protagonista della storia politica e della vita culturale di Grotte degli anni ’80 e ’90.

Ecco perché questo giornale, dopo averne informalmente parlato con il sindaco Alfonso Provvidenza ed il Presidente del Consiglio comunale Angelo Carlisi, che hanno dichiarato la loro disponibilità, rivolge oggi ufficialmente un appello a tutta l’amministrazione e a tutti i consiglieri comunali affinché si onori la memoria di Stella Castiglione intitolandole l’Auditorium della Piazzetta San Nicola, che oggi è sicuramente uno dei più importanti luoghi di riferimento culturale del paese.

Leggi anche

Grotte, la Passione di Cristo raccontata dai grandi pittori siciliani

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Altri articoli della stessa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *