Sicurezza nelle scuole. “Gli enti locali comunichino gli interventi da finanziare”

da | 23 Ott 20

Così la Deputata del M5S Rosalba Cimino, che annuncia: “Finanziati dal Governo 84 milioni, 9 dei quali destinati alla provincia di Agrigento”

Rosalba Cimino

Rosalba Cimino, Deputata siciliana del M5S, e componente della Commissione Cultura e Istruzione della Camera, interviene in merito al finanziamento di 84 milioni stanziati dal Ministero dell’Istruzione per la sicurezza delle scuole.

“In tema di sicurezza le scuole siciliane – evidenzia Rosalba Cimino –  presentano numerose falle. La provincia di Agrigento riceverà quasi 9 milioni di euro, per garantire la sicurezza dei nostri studenti. Il diritto allo studio – aggiunge – comincia garantendo ai giovani della nostra regione delle strutture stabili e idonee a essere delle strutture scolastiche”.

“Adesso il compito degli enti locali – sottolinea la Deputata  – è quello di comunicare gli interventi da finanziare e presentare i progetti”.

 

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Archivi


Facebook


Articoli Recenti: Malgrado Tutto Web

Ai nostri lettori

Ai nostri lettori

Ristrutturazione del sito. Da oggi, 4 agosto, sospendiamo la pubblicazione di nuovi articoli, la riprenderemo quando l’intervento di restyling sarà definitivamente completato

L’Estate di Regalpetra

L’Estate di Regalpetra

Racalmuto, le iniziative culturali organizzate dalla Fondazione Sciascia con il patrocinio del Comune

Ester Rizzo racconta le 21 Madri Costituenti

Ester Rizzo racconta le 21 Madri Costituenti

Bianca Bianchi ed Elettra Pollastrini

«La cecità mi ha risvegliato l’amore per la scrittura»

«La cecità mi ha risvegliato l’amore per la scrittura»

Benito Cacciato, dopo trent’anni dall’ultimo libro, pubblica il suo nuovo romanzo “Iaco”, uno spaccato della Sicilia dell’entroterra tra gli anni ‘70 e ‘80. «Non ci vedo più, ma la memoria mi si è fatta sottile e precisa»

“Mimosa d’oro”. Tutte le premiate

“Mimosa d’oro”. Tutte le premiate

Ieri la cerimonia di consegna al Tempio di Giunone