Siculiana, al via il progetto “Kalat Sugul”

di | 7 Nov 21

Mira alla riqualificazione del centro storico. Prevede il risanamento e la messa in sicurezza degli immobili in stato di abbandono. Pubblicato l’avviso

Il Sindaco di Siculiana Peppe Zambito

Al via il progetto “Kalat Sugul” per la riqualificazione del centro storico di Siculiana. L’amministrazione comunale ha pubblicato un avviso per acquisire la disponibilità alla cessione gratuita, da parte dei cittadini proprietari, di immobili disabitati, vetusti o abbandonati ubicati nel centro storico al fine di un possibile recupero e utilizzo per un progetto di riqualificazione e valorizzazione dell’edilizia storica e abitativa.

I proprietari di immobili che intendono aderire all’iniziativa possono inoltrare, su apposito modulo predisposto dall’Ente, manifestazione di interesse al Comune di Siculiana dichiarando la propria disponibilità alla cessione gratuita dell’immobile di proprietà. Il Comune si riserva di organizzare con i proprietari degli immobili che aderiranno all’iniziativa appositi incontri tecnici per fornire ulteriori informazioni sul progetto. L’avviso e i relativi allegati sono pubblicati sul sito istituzionale www.comune.siculiana.ag.it.

“Il progetto Kalat Sugul – spiega il sindaco Peppe Zambito – prende il nome dall’antico fortilizio arabo che ospitò le seconde nozze di Costanza Chiaramonte e di quel Branca Doria da Genova citato nell’Inferno di Dante. L’iniziativa consentirà di realizzare una mappatura degli immobili fatiscenti e abbandonati del centro storico e agevolare la cessione, a titolo gratuito, da parte dei privati al Comune. L’obiettivo è di risanare, consolidare e mettere in sicurezza gli immobili in stato di abbandono e al contempo progettare iniziative di sviluppo, valorizzando i vecchi mestieri e favorendo attività socio-economiche”.

2 Commenti

  1. Agostino Spataro

    Ottima iniziativa. Da esportare. Saluti. as

    Rispondi
  2. Nicolò Carubia

    Il contenuto di questo tipo di iniziativa da parte dell’Ente locale, nella fattispecie Siculiana è stato, già da tempo, realizzato da altri Comuni della Prov. di Agrigento, quali Cianciana e Sambuca di Sicilia. I centri storici di questi agglomerati, con caratteristiche prettamente agricole, peraltro ubicati in zone interne della Sicilia e con una rete di collegamenti disagevoli hanno avuto,nostante tutto, un notevole miglioramento dal punto di vista urbanistico e di incremento dei residenti (inglesi, irlandesi ecc…).La posizione del Comune di Siculiana, a poca distanza dal mare, porterà un sicuro successo all’iniziativa, con risvolti decisamente interessanti per il centro storico, di fatto in stato di abbandono, nonchè dal punto di vista economico, con una decisa ripresa di altre attività legate non solo al settore agricolo.

    Rispondi

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli

Cerca nell’archivio

Archivi


  • “Istruire le nuove generazioni per una società multietnica”
    HAMILTON IN LINEA Si conclude con quest'articolo il racconto della vicenda legata alle ingiustizie subite dagli Italo-Canadesi durante la seconda guerra mondiale. Le scuse del Governo Italiano e i ringraziamenti delle famiglie di chi ha vissuto l'incubo della reclusione. La storia di Giovanni Travale e Vincenzo Lo Cicero […]

Facebook