Sciascia, in che modo l’Italia è cambiata dopo i suoi moniti?

|




Interessante confronto a “Vesper al Cinema”, il talk-show televisivo curato e condotto da Massimo D’Antoni. GUARDA IL VIDEO

Leonardo Sciascia trent’anni dopo. In che modo la Sicilia e il resto del Paese sono cambiati dopo gli innumerevoli moniti, talvolta polemici, lanciati in vita, sia attraverso i suoi romanzi, sia attraverso gli editoriali pubblicati sul Corriere della Sera, dal grande autore racalmutese.

E su questo tema che si sono confrontati gli ospiti di “Vesper al Cinema”, il talk-show televisivo curato e condotto da Massimo D’Antoni e interamente dedicato allo scrittore di Racalmuto nel trentennale della morte.

A Sciacca nella Multisala Badia Grande, dove il programma è stato realizzato, ne hanno parlato: Salvatore Picone, Presidente dell’Associazione “Editoriale Malgrado”; Pippo Di Falco, che a Racalmuto ha acquistato la casa dove ha vissuto Leonardo Sciascia per farne un museo e un centro studi; il fotografo Angelo Pitrone, testimone di alcune delle immagini più belle di Sciascia; lo scrittore Enzo Randazzo e il critico d’arte Tanino Bonifacio.

In collegamento telefonico Felice Cavallaro, giornalista del Corriere della Sera e autore di “Sciascia l’Eretico”, edito da Solferino, e Gaetano Savatteri, giornalista di Mediaset e scrittore tra i più prolifici di Sellerio (e non solo). Significative le testimonianze di alcuni studenti liceali delle scuole di Sciacca.

Nelle foto di Angelo Pitrone alcuni momenti dell’incontro

GUARDA IL VIDEO

(Si ringrazia per la gentile concessione Tele Monte Kronio)

Altri articoli della stessa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *