Santa Rosalia con la mascherina, contro la peste

|




A Palermo l’istallazione diffusa nei prospetti dei palazzi con l’immagine della Santuzza che indossa una mascherina di protezione. Uniti contro la peste, dedicato a tutti i medici del mondo

L’iniziativa è di un gruppo di artisti e animatori culturali di Palermo. “Ex voto” è un’installazione diffusa che prevede la proiezione di un’edicola votiva raffigurante una classica icona di Santa Rosalia ripensata come un omaggio a tutti coloro che in questo momento sono impegnati in prima persona contro il coronavirus. Dedicato a tutti i medici del mondo. #UnitedAgainstThePlague, uniti contro la peste.

L’immagine è stata proiettata in diversi palazzi della città e molte sono state le condivisioni sui social. Su Facebook i promotori dell’iniziativa chiedono di “desiderare un futuro migliore una volta finita l’emergenza e insieme di dichiarare cosa si è disposti a cambiare, a cosa si è disposti a rinunciare o cosa ci si impegna a fare perché ciò possa accadere, come nel rituale classico delle offerte votive viste però in chiave non solo religiosa ma soprattutto di impegno civico verso la collettività”.

“L’obiettivo è quello di rinnovare il modello di Palermo – scrivono sempre i promotori su facebook – che sulla sconfitta del morbo ha costruito il proprio senso di comunità, e su di esso lo rinnova come un patto ogni anno, e di estenderlo a chiunque nel mondo colpito dal virus voglia aderirvi. L’installazione vuole essere un veicolo per volgere in positivo un evento drammatico come la pandemia che ci sta colpendo, facendone una risorsa per ripensare e ripensarci come comunità, per farci trovare pronti, una volta sconfitto il male, a creare il mondo nuovo e le nuove fondamenta della nostra casa comune”.

GUARDA LE FOTO

Questo slideshow richiede JavaScript.

Altri articoli della stessa

One Response to Santa Rosalia con la mascherina, contro la peste

  1. Agostino Spataro Rispondi

    05/04/2020 a 9:44

    Immagini certamente suggestive. Credo, però, che bisognerebbe proiettarne qualcuna con il volto del grande medico Filippo Ingrassia (cui é dedicato uno degli ospedali di Palermo) il quale diresse, con mano ferma e con alta competenza scientifica, le difficili operazioni per sconfiggere la peste a Palermo. E vi riuscì. Salute. Agostino Spataro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *