Record, cinquantamila contatti in un giorno

|




MALGRADO TUTTO. Un nostro articolo ha raggiunto il massimo delle visualizzazioni in un giorno. Cinquantamila clic per l’articolo L’Isis minaccia: “Prenderemo Roma”. Le risposte dei romani: “Nun pijate er Raccordo che restate imbottijati”. Un successo senza precedenti che ci ha portati, con questo articolo, in testa alle categorie di Google. E anche un modo per onorare, con una risata, i giornalisti di Charlie Hebdo. Grande attenzione per gli interventi sulla fusione tra Grotte e Racalmuto

Coppa-numero-1

Questa volta parliamo di noi. Questo giornale, ieri, ha toccato il record delle sue visualizzazioni in un giorno: più di cinquantamila. Le attenzioni sono andate all’articolo che avevamo pubblicato ad ottobre, riprendendo una suggestione di Dagospia, L’Isis minaccia: “Prenderemo Roma”. Le risposte dei romani: “Nun pijate er Raccordo che restate imbottijati”.

La pagina di Google

La pagina di Google

 

Nell’articolo vengono messi in fila alcuni commenti, ironici e beffardi, dei romani sul rischio terrorismo, diffusi dopo la minaccia dell’Isis di voler “conquistare Roma”. I fatti tragici di questi giorni, con l’attacco alla redazione di Charlie Hebdo e gli attentati di Parigi, hanno fatto risalire rapidamente quell’articolo nel sistema di selezione di Google. Per cui, chi inserisce le parole Isis e Roma nella ricerca di Google si ritrova immediatamente il nostro articolo fra quelli più rilevanti.

Un caso, frutto degli algoritmi di Google. Ma anche un piccolo grande segnale dal valore simbolico. Per chi in questi giorni, e noi fra i tantissimi, con l’articolo di Alfonso Maurizio Iacono, ha voluto onorare i morti di Charlie Hebdo – rivendicando la libertà di dire e di pensare, di essere anche caustici e irriverenti, scomodi o antipatici, perfino libertari e libertini – il fatto che tra gli articoli più compulsati ce ne sia uno che, con ironia tutta italiana, prende in giro le minacce fondamentaliste, rispondendo con una risata ai terrorismi integralisti, è un grande segnale di positività. Come avrebbe detto qualcuno: una risata vi seppellirà.

La settimana che ha visto Malgrado tutto ai suoi massimi storici, ricordando che in meno di un anno dalla messa in rete di questa nuova edizione web del nostro giornale abbiamo totalizzato quasi ottocentomila visualizzazioni e  ci avviamo rapidamente verso il milione di clic, è stata segnata anche da altri articoli che hanno avuto migliaia di lettori. Parliamo di quelli dedicati alla scomparsa del nostro caro collega ed amico Francesco Foresta, il direttore di LiveSicilia morto troppo giovane.

E parliamo di tutti gli interventi e le polemiche che stanno accompagnando la proposta, lanciata su queste pagine da Salvatore Alfano, di unificare amministrativamente Grotte e Racalmuto.

Un dibattito che scherzosamente abbiamo voluto ribattezzare come la querelle fra “tasci” e “paraccara” (usando le definizioni che ciascun paese dà agli abitanti dell’altro) e che nei prossimi giorni vedrà altri interventi di personalità autorevoli di Grotte e di Racalmuto.

Grazie a tutti voi. E continuate a seguirci come state facendo.

 

Altri articoli della stessa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *