Realmonte, Babbo Natale arriva su un carretto siciliano

di | 21 Dic 20

A bordo gli amministratori comunali, vestiti da Babbo Natale, e alcuni volontari. Distribuiti doni a numerose famiglie

Babbo Natale in carretto

Vestiti da Babbo Natale, hanno distribuito, a bordo di un caratteristico carretto Siciliano, panettoni a numerose famiglie del paese, in una suggestiva atmosfera arricchita dal suono delle zampogne.

A Realmonte, quest’anno, Babbo Natale ha il volto degli amministratori comunali. Vestiti da Babbo Natale, la Sindaca Sabrina Lattuca, la sua vice Melissa Arcuri, l’assessore Leonardo  Fiorica, la Vice Presidente del Consiglio comunale Irene Pilato,  hanno portare doni, ma soprattutto affetto e calore ai loro concittadini, in un momento decisamente non facile nel nostro Paese. Ad accompagnarle numerosi volontari.

I panettoni sono stati distribuiti anche agli alunni dell’Istituto Comprensivo  “Garibaldi” e  nelle contrade fuori dal centro storico, dove sono stati raggiunti numerosi anziani e persone costrette a rimanere in casa.

“In un momento cosi difficile – dice la sindaca Sabrina Lattuca – ho voluto  trasmettere aria di festa, portando il mio personale saluto ed un piccolo dono a tutti i cittadini, principalmente alle persone anziane ed a coloro che vivono nella difficoltà quotidiana,  testimoniando che il sindaco e l’amministrazione comunale sono vicini  a tutti i cittadini”.

Guarda le foto

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

 

 

 

 

 

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli

Cerca nell’archivio

Archivi


  • “Dalle parti di Leonardo Sciascia” sbarca ad Hamilton
    Nella comunità racalmutese dell'Ontario il libro di Salvatore Picone e Gigi Restivo, dedicato ai luoghi di Sciascia, diventa uno strumento per far conoscere lo scrittore ai suoi concittadini che vivono in Canada. Charles Criminisi: "Sono stato molte volte a Racalmuto, ma non l’ho mai vissuto nel modo in cui è descritto da questi due autori" […]

Facebook