Quindici studenti siciliani “deputati” per una settimana

|




Anche due agrigentini al progetto “Change the World for Democracy”: Federico Picone di Racalmuto e Paolo Restivo di Siculiana.

I quindici studenti siciliani che hanno partecipato al progetto

Quindici giovani studenti siciliani hanno partecipato questa settimana al progetto formativo “Change the World for Democracy“, aperto a tutti gli studenti italiani, universitari e delle scuole superiori, attraverso il quale si simula l’attività legislativa della Camera dei Deputati a Montecitorio.
Duecentoquindici gli studenti che hanno partecipato all’edizione 2018, di cui quindici provenienti da tutta la Sicilia e di cui due dalla provincia di Agrigento, Federico Picone di Racalmuto e Paolo Restivo di Siculiana.

Il progetto, che si è concluso oggi a Montecitorio, ha permesso agli studenti di partecipare alla simulazione dei lavori del Parlamento Italiano, in veste di Parlamentari, elaborando e votando una determinata Proposta di Legge da loro stessi sviluppata. I temi trattati dagli studenti-deputati sono stati il Bicameralismo perfetto per le scuole e i flussi migratori per le università. Agli incontri ha partecipato, tra gli altri, la vice presidente della Camera Maria Edera Spadoni.

“È un’importante occasione di crescita – si legge nel sito ufficiale del progetto – che porta a capire cosa vuol dire realmente essere parlamentare, fare politica e prendersi la responsabilità di creare qualcosa di buono per i propri concittadini. Ma è anche un appassionante gioco di ruolo strategico attraverso il quale ci si può confrontare con i propri coetanei su questioni politiche di rilevanza nazionale”.

I siciliani che hanno partecipato al Progetto sono: Francesca Affronti, Fabiana Agusta, Tecla Geraci, Manfredi Mancuso, Luigi Orlando, Gaia Padrenostro, Federico Picone, Paolo Restivo, Eleonora Russo, Riccardo Roberto Sansone, Luca Scaduti, Emanuela Sirchia, Girolamo Tripoli, Carlotta Wolleb e Pietro Vutano.

Altri articoli della stessa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *