“Questo foglio resistente come un fiore nel deserto”

da | 22 Ago 20

“Ecco cosa voleva dire – e continua a dire – questa cocciuta testata giornalistica”. L’articolo dello scrittore Matteo Collura per i 40 anni di Malgrado tutto.

Matteo Collura

Quando seppi della sua nascita, la prima cosa che mi colpì (e non positivamente) fu il nome. Non ho mai amato le parole italiane inzuppate di suoni stranieri, gli anglismi o i francesismi; e malgrado è un francesismo che si può benissimo sostituire con nonostante. Ma poi, pensandoci bene, ho dovuto riconoscere che per una testata nata con l’intento di risvegliare dal torpore una marginale comunità meridionale, Malgrado tutto suona meglio di Nonostante tutto. In quel malgrado c’è un senso di consapevolezza, di drammaticità, di rabbia, mi verrebbe da dire, che è già un programma editoriale. Insomma, dopo le mie iniziali perplessità, mi resi conto che Leonardo Sciascia aveva ragione nel dire, con Gesualdo Bufalino, che Malgrado tutto “è il più bel titolo che sia mai stato trovato per un giornale”.

Malgrado la realtà siciliana e racalmutese; malgrado l’andazzo politico locale e nazionale; malgrado l’isolamento geografico e l’inestinguibile miseria; malgrado il pessimismo non della ragione ma della rassicurante immobilità… Malgrado tutto questo, noi ci siamo, non ci arrendiamo, intendiamo mettere nero su bianco le nostre idee, il nostro sdegno, il nostro malessere, le nostre denunce. Ecco cosa voleva dire – e continua a dire – questa cocciuta testata giornalistica che ha raggiunto i quarant’anni di attività. Un fiore del deserto, Malgrado tutto, uno di quei tenaci organismi vegetali che riescono a mettere radici anche nella sabbia, e di questi tempi le spiagge agrigentine, non lontano da Racalmuto, sono disseminate di piante psammofile, un incanto della natura, eloquente prova della sua forza.

Forza, resistenza, resilienza: sono caratteristiche del mondo vegetale e animale; e sono proprie anche di noi esseri umani, specie dal punto di vista intellettivo e della volontà. Per questo quando mi è capitato di scrivere qualcosa per Malgrado tutto, ho avuto l’impressione di mettere a frutto nel migliore dei modi la mia professione di giornalista.

 

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Archivi


  • Quel libro su Agrigento disperso e ritrovato
    HAMILTON IN LINEA La ristampa delle "Memorie storiche" di Giuseppe Picone era stato inviato ad Angelo Cino della Fratellanza Racalmutese di Hamilton. Ritrovato in un mercatino dell'usato, ora è tornato a casa […]

Facebook