Quando la scuola si apre al territorio

di | 7 Set 21

Grotte, incontro all’Istituto Comprensivo Roncalli con i rappresentanti di tutti gli enti e le associazioni che operano sul territorio. Tutte le proposte per arricchire l’offerta formativa della scuola.

Un momento dell’incontro

Il nuovo Dirigente Scolastico dell’Istituto Comprensivo “Roncalli” di Grotte, prof.ssa Antonina Ausilia Uttilla, si è insediata da pochissimi giorni e, come primo atto, dopo aver incontrato il sindaco di Grotte, prof. Alfonso Provvidenza, e il sindaco di Comitini, dott. Antonino Contino, ha incontrato i rappresentati di tutti gli enti e le associazioni che operano sul territorio.

Il “Roncalli” di Grotte vanta, in tale senso, una proficua collaborazione con quanti negli anni passati hanno voluto offrire le proprie competenze e specificità per arricchire l’offerta formativa della scuola. Una linea quest’ultima che la professoressa Antonella Uttilla condivide pienamente.

“L’Istituto Comprensivo Roncalliafferma nel suo intervento la prof.ssa Uttilla– è aperto a tutto ciò che il territorio ci offre e può trovare nella scuola un ottimo partner”.

Ecco, è proprio da questo assunto, che tutte le proposte messe sul tavolo, nel corso del meeting, poggiano le loro basi. Il “Roncalli” di Grotte è una scuola aperta al territorio, che opera nel territorio, che forma i futuri cittadini del territorio.

All’incontro erano presenti collaboratori storici della scuola, ma anche nuove associazioni. Una presenza tanto numerosa indica non solo un fermento sociale e culturale positivo, ma soprattutto la centralità dell’istituzione scolastica nella rete territoriale. Tante, tantissime le proposte progettuali, pensate e rivolte agli studenti dei tre organi di scuola.

L’Amministrazione Comunale, rappresentata dall’Assessore Alessandra Marsala, ha illustrato il progetto di Servizio civile, il Premio Racalmare, il Progetto “Puliamo il mondo” già programmato per il prossimo 24 settembre, la visita alla biblioteca e al Centro Polivalente San Nicola, il Progetto Nati per leggere, con un finanziamento di € 6400 per acquistare libri su suggerimento della scuola.

Il Dirigente Scolastico ha proposto, di concerto con l’amministrazione comunale, percorsi di educazione civica da svolgere attraverso la metodologia del Service Learning con visite guidate al comune, alla provincia e alla Regione.

La dott.ssa Alice Napoli, psicologa psicoterapeuta, che nella nostra scuola si è occupata di attività di apprendimento, curando un “Punto di ascolto”, di attività di gruppo nelle classi e di attività laboratoriali, in un anno scolastico segnato ancora una volta dalle restrizioni della pandemia e dai conseguenti disagi dei minori, ha proposto le sue attività di ascolto, sostegno e rinforzo per quanti ne avessero bisogno. Al meeting, per la prima volta, era presente anche la Caritas, con il suo responsabile Stefano Maida.

“La Caritas – spiega Stefano Maida– è nata a Grotte lo scorso novembre, è formata da 50 persone e fornisce uno sportello di ascolto per quanti si trovano in difficoltà. Al territorio e alla scuola in particolare proponiamo progetti finalizzati alla solidarietà come il progetto Un Natale per tutti.”

Don Salvatore Zammito, arciprete e moderatore dell’unità pastorale, parlando del disagio sociale in cui versano alcune famiglie anche a causa della pandemia, ha sottolineato la centralità delle istituzioni: “Le istituzioni sono come radici: famiglia, parrocchia e scuola devono essere punti fermi.”  Don Rosario Bellavia ha parlato della presenza dei ragazzi nell’oratorio della Chiesa, dell’esperienza del grest estivo, occasione di preghiera e di socializzazione.

Pietro Zucchetto, presidente Avis e referente Aido, ha proposto alla scuola la terza edizione concorso Avis ”… Il dono più importante: del sangue” e il “Memorial Nicholas Green”. I progetti verranno anticipati da incontri dibattiti che introdurranno scopi e azioni delle associazioni e da visite guidate alle loro sedi.

E sempre in tema di educazione al benessere e alla salute, la Dottoressa Florinda Morreale, nutrizionista, ha esteso il suo progetto di educazione alimentare, sinora rivolto agli studenti della scuola dell’infanzia, a tutti gli altri studenti del “Roncalli” e alle loro famiglie.

In tema di primo soccorso l’associazione “padre Vinti”, rappresentata dalla volontaria Tiziana Marsala, ha fornito la propria disponibilità per il corso di primo soccorso e di disostruzione delle vie respiratorie per gli alunni.

Tra le nuove collaborazioni, ci piace ricordare anche quella della Consulta Giovanile, rappresentata da Fiammetta Lombardo. “La Consulta Giovanile – spiega Fiammetta Lombardo– è un organo di recente Costituzione sul territorio. Stiamo lavorando con diversi progetti e organizziamo numerosi eventi. Uno fra tutti il torneo di Pallavolo, che accoglie il consenso di numerosi ragazzi”.

Anche quest’anno, il Dottore Calogero Patanella, già presidente Lions ha proposto “Un poster per la pace” e  lo screening per l’udito per tutta la popolazione scolastica. Ed ancora la Dottoressa Agnese Agnello si è prestata per un progetto sui Disturbi Specifici dell’Apprendimento. Ignazio Infantino, per conto di Conad ha proposto il Concorso Conad “Scrittori di classe, Insieme per la scuola”, al quale la nostra istituzione ha partecipa da diverse edizioni.

L’Associazione La Biddina, associazione a promozione sociale, rappresentata dalla prof.ssa Alessandra Lo Presti  ha presentato ancora un progetto di lettura ad alta voce ad ampio raggio in collaborazione con l’Assessore alla cultura, la dott. ssa Marsala. Il progetto si svolgerà con una biblioteca errante per i piccoli della scuola dell’infanzia, mentre per gli studenti della primaria e gli studenti della secondaria di primo grado presso la biblioteca comunale. È previsto anche un “Patto di lettura” con le famiglie, la scuola e il comune. Infine, la Pro Loco, rappresentata dal vicepresidente Emanuele Licata, ha proposto visite guidate alla Torre del Palo e iniziative sul tema dei prodotti biologici.

Ha concluso l’incontro il Dirigente Scolastico che, nel ringraziare gli intervenuti, ha ribadito: “La nostra scuola è aperta a quanti hanno qualcosa da offrite e vogliono portare avanti proposte utili per aiutare tutti i ragazzi a crescere”.

 

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

About Valeria Iannuzzo

Valeria Iannuzzo Storie dei nostri giorni di Valeria Iannuzzo. Giornalista e docente. Segmenti di vita che meritano di essere raccontati.

Connect

View all Posts

Articoli

Cerca nell’archivio

Archivi


Facebook