“Punta Bianca, uno dei luoghi che meglio incarna lo spirito della Costa del Mito”

da | 28 Lug 22

La DMO Distretto Turistico Valle dei Templi plaude all’inserimento di Punta Bianca, Montegrande e Scoglio Patella nel Piano regionale delle Riserve naturali della Regione Sicilia

Punta Bianca. (Foto Distretto Turistico Valle dei Templi)

Anche la DMO Distretto Turistico Valle dei Templi plaude all’inserimento di Punta Bianca, Montegrande e Scoglio Patella nel Piano regionale delle Riserve naturali della Regione Sicilia.

“Punta Bianca – sottolinea l’amministratore della DMO, Fabrizio La Gaipa – è, senza tema di smentita, uno dei luoghi che meglio incarna lo spirito della Costa del Mito, caratterizzata da una riviera in gran parte selvaggia e incontaminata, costellata di siti archeologici che richiamano alla più affascinante mitologia”.

Ed è per questo che nelle scorse settimane la DMO, con Marevivo e Mareamico, ha inaugurato la segnaletica turistica realizzata proprio dal Distretto Turistico Valle dei Templi, che punta a semplificare e accrescere la fruizione e valorizzazione della Riserva Naturale.

Come detto, infatti, Punta Bianca, sito d’eccezionale bellezza e di interesse turistico, è una delle principali porte di accesso della Costa del Mito, progetto di marketing della DMO coincidente con uno dei tratti costieri più belli e selvaggi della Sicilia, che dalla primavera scorsa sta riscuotendo grande successo e che promuove 150 chilometri di spiagge, riserve naturali e parchi archeologici e paesaggistici che si estendono da Selinunte a Gela. La Riserva di Punta Bianca ricade al confine tra i Comuni di Palma di Montechiaro e Agrigento, entrambi aderenti alla DMO.

“La segnaletica turistica – aggiunge Fabrizio La Gaipa – è un primo segnale concreto di presenza ed impegno al fianco dei volontari, non soltanto nella loro azione di salvaguardia di un luogo incantevole, ma anche per garantire la fruizione in modo sostenibile e per consentire ai visitatori di apprezzare le acque cristalline e l’ecosistema nella sua totalità con un centro servizi di informazione e un punto di accoglienza turistico, nel pieno rispetto del sito e delle numerose testimonianze storiche e archeologiche”.

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Archivi


Facebook


Articoli Recenti: Malgrado Tutto Web

Ai nostri lettori

Ai nostri lettori

Ristrutturazione del sito. Da oggi, 4 agosto, sospendiamo la pubblicazione di nuovi articoli, la riprenderemo quando l’intervento di restyling sarà definitivamente completato

L’Estate di Regalpetra

L’Estate di Regalpetra

Racalmuto, le iniziative culturali organizzate dalla Fondazione Sciascia con il patrocinio del Comune

Ester Rizzo racconta le 21 Madri Costituenti

Ester Rizzo racconta le 21 Madri Costituenti

Bianca Bianchi ed Elettra Pollastrini

«La cecità mi ha risvegliato l’amore per la scrittura»

«La cecità mi ha risvegliato l’amore per la scrittura»

Benito Cacciato, dopo trent’anni dall’ultimo libro, pubblica il suo nuovo romanzo “Iaco”, uno spaccato della Sicilia dell’entroterra tra gli anni ‘70 e ‘80. «Non ci vedo più, ma la memoria mi si è fatta sottile e precisa»

“Mimosa d’oro”. Tutte le premiate

“Mimosa d’oro”. Tutte le premiate

Ieri la cerimonia di consegna al Tempio di Giunone