“Professionisti dell’antimafia”. Quando, a Racalmuto, Borsellino disse: “Scontro tra me e Sciascia non ve ne fu”

|




Per la prima volta, e dopo quasi trentanni, pubblichiamo il video dell’intervento del giudice nel “paese della ragione”. Era il 5 luglio del 1991

Racalmuto 5 luglio 191. “Il paese della ragione”: da sinistra Claudio Martelli, Marida Lombardo Pijola, Paolo Borsellino 

“E’ giusto dire che in quella occasione scontro tra me e Sciascia non ve ne fu, intanto perché io stiedi silenzioso, anzi colsi l’occasione per indicare in Leonardo Sciascia la persona che aveva estrema importanza nella mia formazione, e anche nella mia sensibilità antimafia. E poi perché lo stesso Sciascia, con il quale io ebbi l’occasione di un paio di incontri, ebbe la gradevolezza di darmi una interpretazione autentica del suo pensiero che mi fece subito riflettere sul fatto che quell’uscita di Sciascia mirava a ben altro e fu  invece sfruttata, probabilmente, purtroppo devo dire all’interno della stessa magistratura, perché da quel momento cominciasse quello smantellamento, dapprima psicologico e poi di fatto, del pool antimafia”.

Così il giudice Paolo Borsellino il 5 luglio del 1991 a Racalmuto – ospite con Claudio Martelli e Marida Lombardo Pijola del ciclo di incontri “Il paese della ragione”, evento organizzato dal giornalista del Corriere della Sera Felice Cavallaro – a proposito della polemica accesasi dopo la pubblicazione sul Corriere della Sera del noto e discusso articolo di Leonardo Sciascia sui “professionisti dell’antimafia”.

Il video che pubblichiamo è stato riproposto per la prima volta, dopo quasi trent’anni, lo scorso 24 gennaio al Consorzio Universitario di Agrigento in occasione della presentazione del libro di Felice Cavallaro “Sciascia l’eretico”. Libro in cui l’autore dedica all’intervento di Borsellino a Racalmuto alcune pagine.

Guarda il Video 

Leggi anche

Borsellino, quel giorno a Racalmuto

 

 

 

Altri articoli della stessa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *