Presenze turistiche in Sicilia nel 2014. Taormina batte Agrigento

|




Il Teatro Antico visitato lo scorso anno da 700 mila turisti contro i 6oo mila della Valle dei Templi. Il commento di Elio Di Bella, giornalista e attivista del M5S.

Teatro Antico Taormina

Teatro Antico Taormina

Nella speciale classifica relativa sulle presenze turistiche nel 2014, in Sicilia. Taormina batte ad Agrigento

Il Teatro Antico  lo scorso anno è stato visitato da ben 700 mila turisti contro i 600 mila della Valle dei Templi.

Abbiamo il più importante patrimonio archeologico greco del mondo, dopo Atene, ma nonostante ciò veniamo battuti da Taormina, che di certo non può offrire ai turisti una intera Valle con i templi dorici meglio conservati nel mondo e patrimonio dell’Umanità.

I cittadini sanno bene che le responsabilità vanno cercate in una classe politica assolutamente incapace di capire la ricchezza della Città dei Templi.

Centro-destra e centro-sinistra in questi anni hanno collaborato egregiamente nel chiudere strutture come il Palacongressi, sprecare straordinarie occasioni di finanziamenti europei, declassare la Sagra del Mandorlo in Fiore a festa paesana, proporre stagioni teatrali di scarso valore, dissanguare le piccole e medie imprese che si dedicano al turismo e gli albergatori con tassazioni da usura, lasciare nella sporcizia, al buio un centro storico sempre più fatiscente, abbandonare al loro destino le opere d’arte conservate nelle chiese agrigentine, lasciare chiusi interi edifici storici restaurati da tempo.

alt

Valle dei Templi Agrigento

Un lungo mortificante elenco di colpe condivise da quei partiti che hanno avuto fino ad oggi importanti responsabilità nell’amministrazione della città (di recente anche il Pd) e che, pur avendo parlamentari regionali e nazionali e persino ministri con poteri notevoli, non hanno mai manifestato alcuna  volontà di voler promuovere ad Agrigento né il turismo, né altro.

Oggi ci supera Taormina, domani potranno superarci anche modesti paesi in sperdute valli siciliane, se continueremo ad avere una classe politica così inguardabile e ormai totalmente screditata dai risultati che la città mese per mese presenta in diverse classifiche nazionali e regionali.

Elio Di Bella

 

 

Altri articoli della stessa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *