Premio Sciascia-Racalmare. “Auguriamoci che il prossimo presidente sia un grottese”

|




E’ quanto auspica sulla sua pagina facebook Roberta Di Salvo, assessore ai Servizi Sociali del Comune di Grotte, che afferma anche: “Quel Premio tanto criticato, che solo il 10% della popolazione grottese va a vedere, che ci fa spendere “tanti soldi inutili perché non interessa a nessuno…”.

A proposito della polemica in corso sul Premio Sciascia-Racalmare, l’assessore ai Servizi Sociali del Comune di Grotte, Roberta Di Salvo, ha pubblicato sulla sua pagina facebook il commento che riportiamo di seguito integralmente.

Gaetano Savatteri ( Ex presidente del Premio Leonardo Sciascia)

Gaetano Savatteri ( Ex presidente del Premio Leonardo Sciascia)

“È Risorto il Premio Racalmare!!! Come volevasi dimostrare tutto il polverone scatenato dall’ex Presidente del Premio é stato spazzato via in meno di 24 h,oh finalmente!…ma si è tirata nuovamente in ballo la Pasqua: il Premio Racalmare è un evento culturale che non c’entra niente con la Pasqua che fa parte della nostra tradizione…é un paragone che non sussiste…non nascondiamoci dietro un dito, dietro l’ipocrisia e il finto perbenismo. Vogliamo veramente mettere sullo stesso piano Pasqua e Il Premio??

Quel Premio tanto criticato, che solo il 10% della popolazione grottese va a vedere, che ci fa spendere “tanti soldi inutili perché non interessa a nessuno” e la Pasqua che aspettiamo tutto l’anno, la piazza gremita di gente, le recite, il cantante, i fuochi d’artificio…posso dire che per Pasqua i soldi probabilmente si troveranno sempre, per le altre cose non so!

Ma io non mi meraviglio che uno del Paese vicino ci tartassa sulla Pasqua, mi meraviglio di lì gruttisi che invece di difendere la tradizione, ci vannu appriessu, dobbiamo difendere ciò che con fatica portiamo avanti, il Premio fino a ieri non importava a nessuno, ora tutti interessati e a buttare fango sui soldi spesi per Pasqua…non è possibileeeeeee…siamo 4 gatti e invece di essere uniti e compatti, ci buttiamo fango…mi nesci lu sensu..ne abbiamo attaccamento al nostro paese o basta un filo di vento per fare  discussione sulle nostre tradizioni, la nostra cultura???Non accetto contraddizioni, sono veramente molto delusa e sdignata..comunque la presidenza del Premio é libera, auguriamoci che il prossimo Presidente sia grottese, magari farà meno ironia e avrà più rispetto per le nostre tradizioni. Ora mi taccio”.

 

Altri articoli della stessa

7 Responses to Premio Sciascia-Racalmare. “Auguriamoci che il prossimo presidente sia un grottese”

  1. Licata Rispondi

    26/06/2015 a 20:58

    Me lo auguro anch’io. Speriamo che il nuovo presidente sia un Grottese e così finiscano tutte queste controversie inutili.

  2. giorgia Rispondi

    26/06/2015 a 23:09

    Si Sta alzando un polverone inutile. Il premio si fa’ e sono soldi sprecati, non si fa è nasce una rivolta popolare. Veramente cosa vuole il popolo di Grotte………….

  3. Maria Rispondi

    26/06/2015 a 23:10

    L’assessore Di Salvo ha detto tutto quello che noi grottesi pensiamo. Sei la nostra voce!

  4. Concetta Rispondi

    26/06/2015 a 23:16

    Dottoressa Di Salvo, io ritengo che lei abbia ragione.
    Approvo pienamente il suo sfogo, che secondo il mio modesto parere, rappresenta lo sfogo di ogni singolo Grottese e di quanti conoscano bene sia il premio sia la tradizione di una festa come quella della Pasqua.
    Ciascuno a proprio modo sta difendendo le proprie idee anche se alcune sono storpiate da troppa arroganza nel difendere qualcosa che per tanti anni è passata inosservata e organizzata in malo modo.
    Ciancio alle polemiche lei ha ragione.

  5. Ignazio Rispondi

    27/06/2015 a 1:32

    Ogni commento è ASSOLUTAMENTE inutile e superfluo!! D’innanzi a cotanta saggeza espressa con altrettanta modestia e mirabile arguzia, imprenditoriale e culturale, non si può che togliersi il cappello e fare largo alle lungimiranti progettualità campanilistiche di chi sicuramente merita una candidatura al premio ig-nobel!! D’altronde aveva ragione Paul Watzlawick : ogni cosa comunica, si, non si può non comunicare! E noi tutti siamo ciò che comunichiamo!!!

  6. Calogero Rispondi

    27/06/2015 a 8:13

    Cosa c’entra Pasqua con il Racalmare… perché non parlata dei consueti 15000 Euro del Martoglio!!!

  7. Leonardo Rispondi

    27/06/2015 a 18:58

    “È ormai difficile incontrare un cretino che non sia intelligente e un intelligente che non sia un cretino. […] e dunque una certa malinconia, un certo rimpianto, tutte le volte ci assalgono che ci imbattiamo in cretini adulterati, sofisticati. Oh i bei cretini di una volta! Genuini, integrali. Come il pane di casa. Come l’olio e il vino dei contadini.” (L.S.)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *