Premio Racalmare Sciascia, è Gianni Farinetti il vincitore della XXVII edizione

|




Ieri a Grotte la cerimonia di consegna.

Gianni Farinetti

Gianni Farinetti

Gianni Farinetti con il libro “Il ballo degli amanti perduti”, edito da Marsilio, è il vincitore della ventisettesima edizione del Premio “Racalmare Sciascia”.

Così ha deciso la giuria tecnica, presieduta da Dario Costantino, che ha attribuito al vincitore 89 punti; al secondo posto Giorgio Montefoschi (69 punti) con il libro “Il buio dell’India”, edito da Guanda; al terzo Sara Favarò (64 punti) con il libro  “Le porte del sole”, edito da Città del sole.

La novità di questa edizione, che non ha mancato di suscitare polemiche, il ridimensionamento del ruolo della giuria popolare, che con il nuovo regolamento è stata esclusa dalla scelta del vincitore ufficiale del premio e ha semplicemente votato per l’assegnazione di una menzione speciale ad uno dei tre autori finalisti. Menzione che è andata a Farinetti.

La cerimonia di consegna del premio, condotta da Carmelo Arnone e Flavia Morreale, si è svolta ieri sera in piazza Municipio.

Dopo gli interventi del sindaco Paolino Fantauzzo, dell’assessore alla Cultura, Giusi Cimino, del presidente del premio, Dario Costantino, e del direttore artistico, Salvatore Bellavia, gli autori Finalisti, assente Montefoschi per motivi personali e rappresentato da Zino Pecoraro, hanno conversato con Stella Vella e Venerando Bellomo.

I tre autori finalisti

I tre autori finalisti

La lettura di alcune pagine dei libri finalisti è stata curata dai giovani attori del laboratorio “L.Visconti”. Spazio anche per gli interventi artistici con le esibizioni di Eduardo Savatteri, Salvatore Salvaggio e Makie Nomoto.

 

 

Altri articoli della stessa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *