Premio “Gregorio di Agrigento 2021”. I vincitori

da | 26 Gen 22

La premiazione avrà luogo lunedì il 31 gennaio, alle 17, nella sede del Parco Valle dei Templi a Casa Sanfilippo

Agrigento, Valle dei Templi. (foto Raimondo Moncada)

Il Parco Archeologico e Paesaggistico della Valle dei Templi di Agrigento ha istituito nel 2017 il Premio “Gregorio di Agrigento”, finalizzato a sostenere – spiega il Direttore del Parco Roberto Sciarratta –  “la pubblicazione  di una tesi di laurea, dottorato o specializzazione su tematiche inerenti l’archeologia ed il paesaggio della Valle dei Templi”.

Per l’edizione 2921 i premi sono stati assegnati uno alla tesi di specializzazione in archeologia discussa da Michael Benfatti presso l’Università di Bologna, dal titolo “Architettura simulata e cultura visuale. La casa IIIM di Agrigento: un caso di sincretismo culturale”, l’altro alla tesi di specializzazione in Beni Architettonici e del Paesaggio discussa da Daniele Lentini presso il Politecnico di Milano, dal titolo “Un Parco agricolo per la Valle dei Templi di Agrigento: progetto di restauro e valorizzazione del paesaggio”.

La premiazione avrà luogo lunedì 31 gennaio alle 17 nella sede del Parco a Casa Sanfilippo; i due lavori saranno presentati dal professor Giuseppe Lepore dell’Università di Bologna e dalla professoressa Alberta Cazzani del Politecnico di Milano.

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Archivi


Facebook


Articoli Recenti: Malgrado Tutto Web

Ai nostri lettori

Ai nostri lettori

Ristrutturazione del sito. Da oggi, 4 agosto, sospendiamo la pubblicazione di nuovi articoli, la riprenderemo quando l’intervento di restyling sarà definitivamente completato

L’Estate di Regalpetra

L’Estate di Regalpetra

Racalmuto, le iniziative culturali organizzate dalla Fondazione Sciascia con il patrocinio del Comune

Ester Rizzo racconta le 21 Madri Costituenti

Ester Rizzo racconta le 21 Madri Costituenti

Bianca Bianchi ed Elettra Pollastrini

«La cecità mi ha risvegliato l’amore per la scrittura»

«La cecità mi ha risvegliato l’amore per la scrittura»

Benito Cacciato, dopo trent’anni dall’ultimo libro, pubblica il suo nuovo romanzo “Iaco”, uno spaccato della Sicilia dell’entroterra tra gli anni ‘70 e ‘80. «Non ci vedo più, ma la memoria mi si è fatta sottile e precisa»

“Mimosa d’oro”. Tutte le premiate

“Mimosa d’oro”. Tutte le premiate

Ieri la cerimonia di consegna al Tempio di Giunone