Precari, Iacono: “Adesso si adoperi il governo regionale”

|




La parlamentare del Pd, nell’esprimere soddisfazione per l’approvazione dell’emendamento che consente una ulteriore proroga ai precari delle pubbliche amministrazioni Siciliane, auspica l’intervento della Regione “affinchèi Comuni e gli Enti locali siciliani possano avviare i tanto agognati percorsi di stabilizzazione dei lavoratori.”

Maria Iacono

Maria Iacono

“L’approvazione del nostro emendamento, che consente un ulteriore proroga ai precari delle pubbliche amministrazioni Siciliane, rappresenta uno straordinario successo per chi ha lavorato , alacremente insieme ai sindaci , ai lavoratori, ai sindacati.”

E’ quanto afferma la parlamentare Nazionale del partito democratico, Maria Iacono , che sin dal suo insediamento si è impegnata in parlamento, unitamente ad altri suoi colleghi,   per consentire il diritto alla continuità occupazionale dei migliaia di precari impegnati nelle pubbliche amministrazioni, dapprima con la presentazione di una proposta di legge poi trasformata in una risoluzione in commissione lavoro e successivamente con l’elaborazione degli emendamenti approvati nella legge di stabilità 2013 e 2014.

“Il lavoro di questi giorni,-sottolinea Maria Iacono– in commissione bilancio, ci ha visti impegnati quasi in una quotidiana attività di presenza e presidio a garanzia del raggiungimento di un risultato per nulla scontato. Sono fortemente soddisfatta del risultato ottenuto e vorrei ringraziare tutti i parlamentari democratici, anche Siciliani ed Agrigentini che hanno condiviso e fatto propria la nostra battaglia che consente di dare maggiore serenità e speranza a migliaia di famiglie siciliane.

Al di là del risultato ottenuto-aggiunge ha aggiunto la deputata- mi auguro che adesso con questo ulteriore passaggio positivo il governo Regionale si adoperi affinchè i Comuni e gli Enti locali siciliani possano avviare i tanto agognati percorsi di stabilizzazione dei lavoratori.”

La definitiva stabilizzazione dei lavoratori precari-conclude Maria Iacono- rappresenta il fine ultimo delle battaglie condotte fin qui per fronteggiare l’emergenza, non è più concepibile che di anno in anno si proceda a proroghe senza che queste abbiano un epilogo definitivo, in termini di avvio delle dovute procedure di stabilizzazione.”

Altri articoli della stessa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *