Partinico, la storia del Meridione torna protagonista

|




Calorosa partecipazione di pubblico all’evento che si è svolto alla Real Cantina Borbonica. Guarda le foto.

Un Itinerario Culturale tra Storia e Tradizioni in un posto molto suggestivo, la Real Cantina Borbonica di Partinico, e in un contesto magico dove la storia del Meridione è tornata protagonista. Il tutto coronato da una calorosa partecipazione di pubblico.

Ha, dunque, rispettato le aspettative, lo scorso 11 novembre, l’evento culturale patrocinato dal Consiglio municipale di Partinico ed organizzato con la collaborazione dell’Associazione culturale “I pupi di Nino Canino” e del Real Circolo Francesco II, nella persona della Delegata per la Sicilia Dottoressa Valentina Dell’Aira.

Appuntamento centrale della giornata il Simposio Culturale, nel corso del quale sono stati dicussi temi di grande interesse storico: “Il riformismo illuminato di Ferdinando I delle Due Sicilie”, ne ha parlato la Dottoressa Valentina Dell’Aira“Panorama Antropologico nella Sicilia dell’Ottocento”, ne ha parlato il Professor Mario Scamardo; Identità territoriale e cultura nella comunicazione moderna, tema affrontato  dalla Dottoressa Paola Idilla Cardella; “Le verità nascoste del Mezzogiorno d’Italia”, tema affrontato da Dott. Francesco Bianco.

Tra le altre iniziative in programma: una esposizione di prodotti dell’enogastronomia e dell’artigianato, per lo sviluppo economico del territorio siciliano; un laboratorio culturale, a cura dell’Associazione “I Pupi di Nino Canino”; le rievocazioni storiche del baglio Real Cantina.

La Real Cantina Borbonica di Partinico, fulgido esempio dell’Ottocento borbonico siciliano, ideata e realizzata da Ferdinando I delle Due Sicilie e divenuta esempio di sviluppo economico e sociale nel contesto europeo del tempo, ha ospitato una manifestazione che lascerà sicuramente traccia nella memoria di quanti vi hanno partecipato.

Guarda le foto 

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

 

 

 

 

 

Altri articoli della stessa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *