“Notti clandestine” con le suonate dei barbieri

|




Ieri a Termini Imerese il concerto della “Compagnia Popolare Favarese”

Nella foto, da sinistra: Maurizio Piscopo, Rosita Ferraro, Mimmo Pontillo, il regista Rocco Mortelliti, Mario Vasile, Peppe Calabrese

Un appassionato e affascinante viaggio musicale, dalle serenate sotto i balconi di Brancatiana memoria, ai canti della lontana Merica. E’ quello che ha proposto ieri sera, con successo, alla rassegna “Notti Clandestine” di Termine Imerese, organizzata dal regista Rocco Martelliti, la Compagnia Popolare Favarese.

Momento forte della serata sono state anche le suonate dei barbieri siciliani, un fenomeno nato nelle barbierie siciliane, che hanno fatto conoscere il gruppo in ogni parte del mondo.

Le suonate dei barbieri sono state dedicate allo scrittore Andrea Camilleri, che nel libro “Musica dai saloni” ha scritto il racconto breve dal titolo: “Il salone di Don Nonò”.

La Compagnia popolare favarese è formata da Mimmo Pontillo al mandolino, Mario Vasile alle percussioni, Maurizio Piscopo alla fisarmonica, Giuseppe Calabrese alla chitarra.

Notti clandestine è un’iniziativa culturale legata al cinema e ai temi sociali.

 

 

 

 

Altri articoli della stessa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *