Naro, Unicredit chiude la filiale. Il sindaco: “Decisione del tutto ingiustificata”

|




Maria Grazia Brandara denuncia il grave disagio arrecato soprattutto alla popolazione anziana

Il sindaco di Naro Maria Grazia Brandara

“Ho ricevuto  moltissime lamentele e segnalazioni in ordine al disagio causato, soprattutto alla popolazione anziana, dalla chiusura della filiale Unicredit che appare del tutto ingiustificata. Infatti, Nessuna interruzione dei servizi bancari è stata disposta dal Governo ed anzi, anche nell’ultima conferenza stampa del 21/03/2020, lo stesso Presidente del Consiglio dei Ministri ha ribadito come i servizi bancari rientrino tra i servizi essenziali, non suscettibili di sospensione”.

Così il sindaco di Naro Maria Grazia Brandara che contesta la chiusura della filiale di Naro dell’Unicredit. “Ho ricevuto davvero – aggiunge – moltissime lamentele e segnalazioni in ordine al disagio causato, soprattutto alla popolazione anziana, dalla chiusura della filiale Unicredit che appare del tutto ingiustificata. Chiunque debba fare con urgenza un bonifico, un versamento o un prelievo non può fruire dei servizi dello sportello bancario locale, ma deve recarsi all’Agenzia di Canicattì, con tutto il disagio che ciò comporta, soprattutto per le persone anziane e specialmente nell’attuale periodo di emergenza coronavirus”.

Il sindaco di Naro aggiunge, inoltre, che ha già contattato  il direttore della locale agenzia, rappresentandogli le rimostranze e i disagi patiti soprattutto dall’utenza anziana, e che ha scritto immediatamente una PEC al rappresentante legale e alle sedi competenti di Unicredit, lamentando il disagio conseguente all’interruzione dei servizi della filiale bancaria locale.

 

 

 

.

 

Altri articoli della stessa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *